Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Quei bravi ragazzi Recensione


Quei bravi ragazzi Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Il film narra la vicenda di Henry Hill (Ray Liotta), italo-irlandese cresciuto a Brooklyn che sogna di diventare un gangster. Il sogno diventa realtà, ma Henry sarà destinato a perdere tutto e ad abbandonare la vita dei bravi ragazzi.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 5.0/5
Voto utenti: 4/5



Utilizzando un puntiglioso stile documentaristico, Scorsese racconta la malavita organizzata con impassibile occhio da antropologo, dirigendo una ventina di personaggi uno più memorabile dell’altro. È un vero e proprio trattato sullo stile di vita dei goodfellas: sul loro modo di parlare, vestire, cucinare, tradire e uccidere. Non si può negare, in questo capolavoro del cinema gangsteristico, la potenza filmica di molte sequenze, l’energia e la fluidità delle immagini, gli interpreti eccellenti (con un Joe Pesci sopra tutti, e che infatti meritò un Oscar), la secca costruzione narrativa. Se si volesse fare una classifica dei migliori film di genere gangster della storia del cinema, Quei bravi ragazzi figurerebbe tra i primi posti. Alla perfetta orchestrazione delle parti, contribuiscono, e non poco, la fotografia di Michael Ballaus e lo straordinario montaggio di Thelma Schoonmaker, notevoli collaboratori del regista. Stupisce come i 146 minuti del film possano apparire così veloci; è il merito di un film abbastanza lungo, ma mai prolisso. La sua energia deriva principalmente dal fatto che tutto è importante nel film, dalla serie di omicidi eseguiti a sangue freddo ai dettagli riguardanti la preparazione di un sugo siciliano.

Chi lo definisce un film senza profondità morale non ha intuito che è proprio la caratteristica predominante; il regista si esenta da qualsiasi giudizio critico sui personaggi e la loro moralità.

Non si può negare, in questo capolavoro del cinema gangsteristico, la potenza filmica di molte sequenze, l’energia e la fluidità delle immagini, gli interpreti eccellenti (con un [Joe Pesci] sopra tutti, e che infatti meritò un Oscar), la secca costruzione narrativa

Mostra soltanto, non dimostra. La violenza, in questo universo di piccoli gangster senza gloria, è normale, fa parte del quotidiano; Scorsese la mostra senza alcun compiacimento. Il racconto è affidato in gran parte alla voce narrante di Henry, e assume, sin dai primi minuti, la traiettoria di una fucilata. La scena finale in cui si vede Joe Pesci sparare alla telecamera è ripresa da La grande rapina al treno di E.S.

Porter del 1903.

di Danilo Cristaldi
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo