Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Il produttore è Jerry Bruckheimer, Re Mida di Hollywood, e riesce ancora una volta a trasformare in oro ogni sua produzione, anche quando il lavoro in questione risulta un film di avventura sostanzialmente inverosimile e priva di particolare interesse. Il mistero delle pagine perdute, sequel de Il mistero dei Templari, approfitta della recente ondata di enorme successo legata a teoriche cospirazioni che perdurano nei secoli e che si diramano in ogni parte del globo lanciata dallo scrittore Dan Brown; il risultato porta ad una successione di eventi che catalogarli come assurdi risulta quasi riduttivo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.8/5
Voto utenti: 3/5

L’apice dell’insopportabilità il film la raggiunge nel modo in cui il protagonista raggiunge e di volta in volta supera gli ostacoli che gli si presentano davanti (tra le altre riesce a setacciare la stanza ovale della Casa Bianca perché chi dovrebbe sorvegliare si concentra nella disperata ricerca di un orecchino).

Il film può contare su un cast stellare, ed ovviamente, questo è l’aspetto di maggiore interesse della pellicola - in popcorn movie di genere è proprio questo aspetto a decretarne le sorti, soprattutto al botteghino; e difatti gli attori non si smentiscono offrendo delle ottime interpretazioni. Cosa che, purtroppo, non basta a salvare una sceneggiatura che fa del paradossale la sua arma migliore. John Turteltaub, regista che ha all’attivo una serie di film del tutto anonimi (e dalla visione di questo film se ne capisce il motivo), propone una regia del tutto piatta e statica, priva del benché minimo sentimento. Solo un produttore come Jerry Bruckheimer poteva riuscire nel miracolo di ottenere un buon successo con le avventure (presto arriveremo alla trilogia) di Ben Gates, che qualcuno vorrebbe come nuovo Indiana Jones. Meno male che quest’anno (2008) torna il professor Indy a ricordarci come sono le vere avventure.

Cosa che, purtroppo, non basta a salvare una sceneggiatura che fa del paradossale la sua arma migliore

di Leonardo Piva
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo