Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Nel fumetto edito da Rebellion Developments, creato da John Wagner e Clarlos Ezquerra nel 1977, Judge Dredd è un uomo cinico e rispettoso della legge: perché è lui stesso a rappresentarla. Lo stesso concetto è stato ripreso grossolanamente da Danny Cannon nel film omonimo del 1995: tripudio di azione, frasi ad effetto e una mirabile rappresentazione scenografica del futuro.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.0/5
Voto utenti: 3/5

Pellicola centrata sull'attore italoamericano Sylvester Stallone e sceneggiata dal numero uno dei B-movie Steven E. De Souza, lo stesso che contribuì alla caratterizzazione di John Matrix (Arnold Schwarzenegger) in Commando.

Il Giudice Dredd (Sylvester Stallone) opera nel terzo millennio, in una New York praticamente irriconoscibile dove vige la totale anarchia. In alcune delle zone squallide e degradate della città, prendono piede violenti sommosse che mettono a repentaglio la vita dei cittadini. In un clima simile, la legge da sola non basta. Nascono così i Giudici, figure autoritarie alle quali vengono assegnati dei precisi compiti di controllo, ovvero burattini privi di umanità mossi dal Consiglio. Ma Dredd non è come tutti gli altri: imparerà a diffidere dei suoi superiori e a combattere qualsiasi minaccia che intenda colpire l'ordine sociale.

L'unico aspetto vincente della pellicola è la cosmesi visiva, frutto di un lavoro collaborativo tra lo scenografo Nigel Phelps, il reparto creativo e i costumi di Emma Porteus: una metropoli mastodontica, movimentata da inseguimenti su mezzi volanti (più vicina a Il quinto elemento piuttosto che a Ritorno al futuro) e dipinta con colori oscuri - mai vicini a quelli malati del fumetto. Maturità tendente al dark non condivisa tuttavia dall'impianto narrativo: confuso e superficiale, non esalta le azioni laddove dovrebbe ma ne ridicolizza il messaggio.

Incoerente, spocchioso e privo di pathos: il film punta tutto sull'adrenalina scaturita da sequenze esagerate e pirotecniche.

Incoerente, spocchioso e privo di pathos: il film punta tutto sull'adrenalina scaturita da sequenze esagerate e pirotecniche, nelle quali lo stesso Stallone non riesce a inquadrare la freddezza insita nel personaggio originale. Rimane l’amaro in bocca per un adattamento superficiale, incapace di sfruttare un soggetto dalle grandi potenzialità. Il problema principale è uno: scorre veloce - nell'azione, nell'economia emotiva - e svela troppo, anche quando non avrebbe dovuto (nel fumetto non si conosce l'identità di Dredd); in tal senso non avrebbe guastato un approccio simile al V for Vendetta di James McTeigue. Per questa ragione fondamentale Dredd - La legge sono io è un esperimento cinematografico che non funziona: sebbene il Giudice abbia svelato la sua vera identità, si stenta a riconoscere l'uomo che opera dietro la maschera.

di Vito Sugameli
Sei d'accordo con questa recensione?
No
10 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo