Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Hop Recensione


Hop Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Hollywood ha abituato i suoi spettatori a simboli iconografici ben precisi, che rimandano ad atmosfere di festività e - di pari passo - alla sicurezza degli incassi. Per anni, lo spettatore medio ha visto slitte sfrecciare nella notte e ha assistito alle scorribande di corpulenti e celeberrimi personaggi sui tetti e per i camini di ogni parte del mondo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.5/5
Voto utenti: 2.5/5

La tipica estetica dei film natalizi viene recuperati da Tim Hill, per tentare di rendere remunerativa anche una festa "di serie B" come la Pasqua. Ed ecco apparire, quasi dal nulla, un benefattore che gira per il mondo con una slitta tecnologica per portare doni ai bambini in una notte incantata.

Isola di Pasqua: all'interno di una delle monumentali teste che popolano Rapa Nui c'è la fabbrica del Coniglio Pasquale, dove vengono cucinati e decorati le uova di cioccolata da consegnare a tutti i ragazzi del mondo. Il Coniglio Pasquale in carica, tuttavia, è ormai anziano, e vorrebbe cedere l'attività al suo unico erede, CP, che però sogna di diventare un batterista rock. Proprio per inseguire questo sogno, e scappare dalle responsabilità di famiglia, CP si reca a Hollywood, la terra dei sogni. Qui viene investito da Fred (James Marsden) un bamboccione che vive ancora a casa dei suoi, senza un lavoro, e che, come il coniglietto, ha un rapporto irrisolto con il padre, I due faranno presto amicizia: Fred aiuterà CP a realizzare il suo sogno, tramite la spinta di David Hasselhoff, e CP insegnerà al suo amico umano tutto quello che serve per diventare un vero coniglietto di Pasqua. Ma ben presto saranno costretti a rivedere i loro impegni, perché un colpo di stato dei Pulcini, li costringerà a tornare all'Isola di Pasqua.

Tim Hill, già regista di Alvin Superstar, torna a far interagire con una certa abilità animazione e live action. Il punto forte di Hop, in effetti, risiede proprio nell'amicizia tra i due protagonisti che, pur venendo da mondi diversi, sono molto più simili di quanto siano disposti ad ammettere.

A differenza di altri prodotti d'animazione, Hop non presenta diversi livelli di fruizione che possano accontentare piccoli e adulti.

Sia CP che Fred sono due giovani allo sbando, che hanno bisogno di superare la figura paterna per emergere come individui autonomi. L'ombra del Coniglio Pasquale (e di tutti quei Conigli Pasquali che appaiono all'inizio, in una sequenza che ricorda quella già vista nel cartoon dedicato a Busg Bunny) è ingombrante per CP, che non ha voglia di proseguire una tradizione che gli impedirebbe di seguire la vera spinta della sua anima. Allo stesso modo, Fred non riesce a liberarsi dal desiderio e insieme dall'incapacità di accontentare suo padre, che lo vorrebbe maturo e ben sistemato. Tuttavia in Hop c'è davvero poco spazio per le elucubrazioni psicologiche.

Quello prodotto da Chris Meledandri, già produttore di Cattivissimo me, è sopra ogni cosa un racconto fiabesco per bambini. A differenza di altri prodotti d'animazione, Hop non presenta diversi livelli di fruizione che possano accontentare piccoli e adulti. E, bisogna dirlo, Tim Hill sembra non voler avanzare alcuna pretesa in tal senso. Il suo film è un racconto incantato e divertente che deve la sua maggior forza sulla semplicità dei personaggi, e sulla loro innegabile simpatia. CP appare irresistibile non solo per la sua aria deliziosa, ma anche per il carattere allegro e leale. Ciò che sorprende maggiormente di Hop è la sua capacità di restare un prodotto puramente infantile, riuscendo, al contempo, a risvegliare un po' di meraviglia anche negli adulti. Ottima la colonna sonora, che prevede il remix di Tu vuo' fa' l'americano e una rivisitazione di I want Candy.

di Erika Pomella
Sei d'accordo con questa recensione?
No
10 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo