Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Dopo aver viaggiato per numerosi festival italiani ed internazionali nel corso dei quali ha ricevuto diversi riconoscimenti, giunge in sala in appena venti copie Sulla strada di casa, film scritto (circa sei anni fa) e diretto da Emiliano Corapi al suo primo lungometraggio. Un’opera indipendente a low budget, costata meno di 300.000 €, che non ha giovato di alcun tipo di finanziamento, né da parte di Rai cinema (con la motivazione di non rientrare nella linea editoriale dell’azienda) né dal Ministero al quale è stata presentata per ben tre volte classificandosi sempre con punteggi molto alti.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Certo le lodi lasciano il tempo che trovano, quando ci si ritrova di fronte a criteri di selezione alquanto discutibili in base ai quali viene assegnato denaro pubblico ad opere di certo inferiori. Ma è risaputo che in Italia la meritocrazia è un’illusione.

Sulla strada di casa nasce, afferma Corapi, dalla lettura di un articolo che parlava di come le associazioni mafiose preferissero frequentemente servirsi di persone incensurate, e quindi insospettabili, per svolgere l’attività di corriere. Individui in difficoltà, piccoli imprenditori che pur di non far fallire la propria azienda e sostentare la propria famiglia si lasciano cadere nel circolo vizioso di un guadagno apparentemente facile i cui interessi vanno ben oltre il denaro. È il caso di Alberto (Vinicio Marchioni), titolare di una fabbrica sull’orlo del collasso, sposato con l’ingenua e innamoratissima Laura (Donatella Finocchiaro) dalla quale ha avuto due figli. Non trovando altra soluzione alla sua condizione finanziaria Alberto inizia a fare il corriere per una potente organizzazione criminale intraprendendo un viaggio dal nord al sud della penisola. Giunto a destinazione scopre però che altri malviventi sono interessati al carico che trasporta. Vorrebbe fuggire via ma la sua famiglia è in pericolo e il viaggio di ritorno verso casa si trasforma in un incubo.

Impianto scenografico ridotto all’osso, macchina a mano e camera car per il dramma on the road di Corapi che mette in scena «il bisogno di mantenere integro il proprio bagaglio di valori e la propria identità» nonostante tutto.

Ma è risaputo che in Italia la meritocrazia è un’illusione

Ammirato dalla moglie proprio per la sua presunta onestà, il protagonista della pellicola si trova nella situazione limite di chi è costretto a mettere in dubbio tutti i suoi principi; si rende conto del pericoloso meccanismo del quale è entrato a far parte solo quando si scontra con chi, come lui, ha intrapreso la stessa cattiva strada. Impianto narrativo ineccepibile quello di Sulla strada di casa, a cui piace procedere per sottrazione suggerendo intrecci che ribadire sarebbe superfluo, involuzioni percepibili dalla profondità con cui vengono tratteggiati i protagonisti. Qualche forzatura invece per quanto riguarda la costruzione dell'elemento thrilleristico che soffre a volte di eccessive semplificazioni funzionali all’andamento della storia, difetto indubbiamente non trascurabile ma che viene compensato dai numerosi pregi di questa piccola opera prima.

di Tania Marrazzo
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo