Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Quasi amici Citazioni e curiosità


Quasi amici Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Questo non lo faccio! Io a un estraneo il culo non glielo svuoto. Neanche se lo conosco, non glielo svuoto il culo. Non lo faccio a nessuno in generale. È una questione di principio. - Possiamo parlarne più tardi? Quando ho finito il pranzo, per esempio?
  • La creiamo una cartella "puttane"?
  • Dì un po', ti va di prendere il largo? - Cos'è, vuole sparire?
  • Dove andiamo? - A respirare un po'.
  • Sai dove si trova un tetraplegico? Dove lo hai lasciato.
  • Siamo qui se serve, non ci muoviamo... soprattutto lui!
  • E la gonna non ce l'ha? - No, quelle sono calze di sostegno, se non le metto rischio di cadere. - Io le calze non gliele metto. Lo dico anche per lei. Chi se ne frega se cade! Ad un certo punto bisogna... le calze no, non le mettiamo; non se ne parla!
  • Ora abbiamo finito di giocare?
  • Pensa che potrebbe essere capace di lavorare? - Veramente spiritoso. - Talmente spiritoso che la prendo in prova per un mese.
  • Ma che razza di sfaticato! Tirala anche tu, no?
  • Non vorrà pagare questa crosta 30mila euro? Non è possibile! - No, no è possibile. - Le sanguina il naso su un foglio bianco e vuole 30mila euro?! - Driss, mi dica, secondo lei perché la gente si interessa all'arte? - Non lo so, è un business! - No. Perché è la sola traccia del nostro passaggio sulla Terra. - Ma che stronzata, per 50 euro vado da Bricofer e gliene faccio venti di tracce del mio passaggio sulla Terra. Ci metto anche del blu in omaggio, se vuole! - Non dica sciocchezze e mi dia un cioccolatino. - No. - Mi dia un cioccolatino. - Niente cioccolato per l'handiccappato.
  • Che è quel tipo? Siamo tutti preoccupati per te. Non puoi far entrare chiunque in casa tua. Soprattutto nel tuo stato.
  • Non ho mai avuto piedi così ben pettinati!
  • Come ci si sente a vivere di assistenza? - Non lo so, me lo dica lei.
  • Lei ha il sussidio di disoccupazione. Come si sente a vivere alle spalle degli altri? - Io bene, lei?
  • Non è Arsenio Lupin, ma... ha comunque una fedina penale bella piena il tuo Driss.
  • È un pittore sconosciuto, esporrà a Berlino il mese prossimo.
  • Il mio vero handicap non è la mia paralisi, ma è stare senza di lei.
  • È esattamente questo quello che voglio, nessuna pietà. Spesso mi passa il telefono, sai perché? Perché si dimentica. È vero, non ha una particolare compassione per me, però è alto, robusto, ha due braccia, due gambe, un cervello che funziona, è in buona salute. Allora di tutto il resto a questo punto, nel mio stato, come dici tu, da dove viene, che cosa ha fatto... io me ne frego.
  • Ah, dimenticavo: ci ho messo del tempo ma l'ho ritrovato... Dalle un bacio anche da parte mia.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Godzilla: dal 1954 a oggi, storia del Re dei Mostri nella terra del Sol Levante


Il cinema di Marco Bellocchio: sogni, potere, politica


Un tesoro da salvare: Il Cinema Beltrade di Milano


Via col vento: il fascino «indelicato» di Rossella O'Hara

  • In virtù dello straordinario successo mondiale, è in cantiere un remake americano del film. Il progetto è ancora privo di un regista.
  • In una scena esilarante del film si parla di arte: Driss indica un quadro di Salvador Dalì (La persistenza della memoria) ma confonde il pittore spagnolo Francisco Goya con la cantante francese Chantal Goya.
  • Tratto da una storia vera, i protagonisti reali della storia compaiono alla fine del film, prima dei titoli di coda.
  • Al box office italiano Quasi amici ha raggiunto i 14 milioni di euro, diventando così il film francese più visto di sempre nel nostro paese. Da quindici anni il record lo deteneva Il quinto elemento di Luc Besson.
  • I due registi hanno spiegato così il loro coinvolgimento nel progetto: «Siamo stati sedotti dalla storia e volevamo raccontare un argomento difficile come l'handicap, non solo fisico, ma anche quello sociale, in maniera diversa, con umorismo e al di là delle barriere».
  • Il film si è comportato da fenomeno in Francia, diventando il secondo maggiore incasso della storia, secondo solo a Giù al Nord di Dany Boon. Al terzo posto siede James Cameron con Titanic. In tutto il mondo ha racconto la straordinaria cifra di 365 milioni di dollari circa.
  • Il vero Philippe (Pozzo di Borgo), è un uomo dotato di grande umorismo: dopo aver assistito alla proiezione ha detto di aver «applaudito con tutte e due le mani».
  • Medusa Film ha acquisito anche i diritti per farne un remake tutto italiano. Dopo aver distribuito il film nelle sale, Giampaolo Letta, amministratore delegato e Vicepresidente di Medusa, sta lavorando a qualche idea in merito ma il progetto non è certamente facile, vista la complessità del film originale da tutti i punti di vista. Poi aggiunge: «Avevamo acquistato il film già prima del Festival di Cannes, perché ci aveva colpito la sceneggiatura. A Cannes abbiamo visto le prime immagini ed è iniziato l’innamoramento, ma non avremmo mai immaginato che avrebbe conseguito un successo così grande».
AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo