Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
SchedaAggiorna schedaRecensione FotoCuriositàCitazioniHome video ELIMINA
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Ip Man Home video


Ip Man Home video

Recensione Dvd Recensione Blu Ray
Non è disponibile una recensione per questo DVD.
Effettua il login e scrivila tu
Username
Password


Registrati Password dimenticata
  • Numero dischi: 1
  • Video: 2.31:1
  • Audio: Italiano, cantonese (DTS-HD Master 5.1, Dolby Digital 2.0 e 5.1)
  • Sottotitoli: Italiano, italiano per non udenti
  • Uscita: 17/01/2012

Recensione Blu ray

star star star star star
Artista marziale vissuto negli anni trenta (massimo esponente del wing chun e uomo simbolo a Foshan) reinterpretato dal regista Wilson Yip e lanciato sul grande schermo per scavare nella memoria storica del popolo cinese e nel passato del leggendario Bruce Lee - del quale fu maestro. Ip Man, grazie allo straordinario talento del veterano Donnie Yen, rivive nel XXI secolo da protagonista in un colossal epico dalla forte componente patriottica, che sorprende per diegesi e stile narrativo, autoproclamandosi il nuovo termine di paragone del cinema di arti marziali di Hong Kong. Lo spettacolo coreografico, non freddo né distaccato, ma vibrante ed emozionale, immortala Ip Man tra gli eroi nazionali più puri che affrontarono con sofferenza e privazioni - a mani nude e con spirito libero - la rabbia iconoclasta dei giapponesi. Un'opera grandiosa e commovente.

Altrettanto lodevole si conferma l'auspicata edizione per l'home entertainment, che segna l'avvio della collana Far East Film grazie alla sinergia tra il festival udinese, CG Home Video e Tucker Film. Cominciamo con l'aspetto meno soddisfacente: il video. La resa cromatica è coerente, pur considerato il cambio di atmosfera (si passa da colori accessi, tendenti al giallo nella prima parte, a toni più freddi e grigi nella seconda). La definizione, comunque gradevole, non raggiunge i livelli di pulizia di altri illustri coetanei, rovinata dalla presenza di grana – specialmente nella seconda parte – che tende a disturbare la resa visiva nelle scene d'interni in penombra. Ben ottimizzato il DTS-HD Master 5.1: graffiante e dettagliato, offre una buona spazialità anteriore, dialoghi puliti e un mix nei combattimenti dinamico e preciso; sicuramente il picco più alto offerto dal disco in termini di resa audio. A questa traccia principale vengono affiancate le codifiche in Dolby Digital 5.1 e 2.0 (italiano e cantonese), adatte ad impianti meno performanti. Promesse mantenute, infine, per quanto riguarda i contenuti speciali, sorprendenti per qualità e quantità: dimostrano - da parte della distribuzione - la fervida convinzione che il cinema orientale meriti finalmente il giusto tributo, con un'attenzione alla quale il pubblico italiano non è mai stato abituato. In virtù di questo trattamento privilegiato, che esalta le qualità intrinseche delle pellicole orientali di maggior successo attraverso contributi creati per l'occasione (in SD), l'edizione in Blu-ray di Ip Man, con i suoi alti e bassi, apre una porta alla comprensione di un cinema eccezionale e lascia ben sperare sul futuro di questa collana che ci auguriamo abbia lunga vita. Per gli amanti delle raccolte: il film è incluso nel cofanetto Ip Man - La saga completa disponibile in DVD e Blu-ray Disc.

Contenuti speciali
- Intervista a Emanuele Sacchi
L'intervista confidenziale al blogger e critico cinematografico (attivo principalmente su Mymovies e Hong Kong Express) spazia dalla cinematografia di Wilson Yip - regista di Ip Man - al background culturale e cinematografico del sol levante, tra passato e presente. Secondo Sacchi il regista riesce abilmente a compendiare i grandi maestri del cinema di arti marziali, i polizieschi e i film noir, aggiungendo a questi degli elementi di innovazione. Sguardo ed elementi stilistici unici che in questo film segnano un drastico cambiamento di ritmo: la prima parte confortevole, a tratti comica, con la competizione tra le varie scuole come snodo narrativo, si trasforma nella seconda in un bianco e nero che introduce all'invasione giapponese; tutto diventa più grigio e fosco. E ancora un excurus breve sulla cinematografia di Wilson Yip, lo stile di combattimento di Ip Man, le abilità di Sammo Hung nel creare le spettacolari coreografie e un paragone constante con Ip Man 2, seguito ufficiale del film uscito due anni dopo e reperibile in Italia dal 21 febbraio 2012 in dvd e Blu-ray Disc. Gli ultimi minuti vengono dedicati alle curiosità: l'unico, in verità, riguarda il conflitto creatosi tra la produzione e il regista Wong Kar-wai, il quale stava già sviluppando un bipic su Ip Man intitolato The Grandmaster, con Tony Leung nei panni del protagonista. (16' circa)

- Making of
Dietro le quinte dall'impostazione classica che tocca gli aspetti più importanti della produzione, con particolare riguardo nei confronti degli attori: il cast al completo spiega il proprio ruolo all'interno del film e il metodo usato per rendere i personaggi al massimo delle loro possibilità. Donnie Yen, in particolare, racconta di essere un grande ammiratore di Bruce Lee e di aver sostenuto 9 mesi di allenamento per scandagliare a fondo l'anima di Ip: prima del film non aveva mai praticato il wing chun, che nel mondo conta oltre 4 milioni di adepti. All'interno, anche gli interventi del coreografo (e regista della seconda unità) Sammo Hung, del regista Wilson Yip e di Ip Chun – primogenito di Ip Man – in veste di consulente. (18' circa)

- Dietro le quinte di tre scene fondamentali
Le tre scene a cui fa riferimento il titolo sono: il cotonificio (come trasformare una fabbrica abbandonata da trent'anni in un set immenso e nostalgico); la strada principale di Foshan e Mo Goon, dove viene elogiato l'incredibile lavoro di ricostruzione storica della strada principale e della piazza dove Kam Shan-Chau sfida le scuole di Wushu, e la residenza di Ip prima dell'occupazione giapponese. Questo filmato ne rivela i retroscena attraverso le riprese sui set e con le interviste al cast e al regista. (6' circa)

- Intervista al regista, al protagonista e al coreografo
Wilson Yip, Donnie Yen e Sammo Hung parlano del film in maniera approfondita. Il primo spiega i motivi che lo hanno spinto a dirigere la pellicola – perché un uomo come Ip Man, che fu maestra di una superstar come Bruce Lee, non può non suscitare curiosità – e continua sintetizzando la trama, pensieri vari sul personaggio storico, sul cast e il carattere della produzione. Le domande sono simili anche per il secondo: oltre ai commenti sul cast, Yen parla della sua preparazione psicofisica, le sensazioni che ha provato nell'interpretare un ruolo così impegnativo e ricorda le due scene memorabili con le coreografie di Sammo Hung. Quest'ultimo, invece - al quale viene concesso meno spazio (circa 10 minuti) - chiarisce la genesi delle coreografie, i ricordi di questa esperienza e propone brevi commenti sul regista Wilson Yip e sugli attori Donnie Yen, Hiroyuki Ikeuchi, Fan Siu-Wong. Eccetto per alcune ripetizioni nelle domande e relative risposte (alcune delle quali già viste in altri video del dietro le quinte), questo contributo offre una panoramica sull'aspetto collaborativa più che sull'asset economico del colossal. (53' circa)

- Shooting Diaries
Un tributo al film e agli interpreti con riprese del dietro le quinte e presentazioni pubbliche. Un diario a tutti gli effetti: si esprime per immagini, testi ed emoziona con un piacevole accompagnamento musicale che ne enfatizza l'epicità. (5' circa)

- Scene tagliate
Le 5 scene raccolte in questa sezione offrono una panoramica più ampia sugli snodi della storia, rendendo più chiari alcuni passaggi di sequenza. Tuttavia non sembrano particolarmente utili ai fini narrativi, anzi compromettono – nel caso della rivolta pubblica contro il "traditore" Li Chiu (interpretato da Lam Ka-Tung) - lo spirito e i messaggi positivi infusi dal regista. (4' circa)

- Gala Premiere
Riassunta in poche sequenze la trionfale presentazione cinese del film. I volti più noti della produzione sfilano sul red carpet e si lasciano fotografare, sorridenti e certi di compiacere i fan accorsi sul posto. (2' circa)

- Teaser

- Tv Spot

Contenuti speciali





di Vito Sugameli
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo