Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Shining Citazioni e curiosità


Shining Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Cappuccetto rosso? Cappuccetto rosso? Su, apri la porta. Su, apri! Non hai sentito il mio toc, toc, toc? Allora vuoi che soffi? Vuoi che faccio puff? Allora devo aprirla io la porta?
  • Tu lo sai perché sapevo che ti chiamano Doc? Tu hai capito che voglio dire? Sai mi viene in mente quando ero ancora bambino, mia nonna e io riuscivamo a fare delle lunghe conversazioni senza mai aver bisogno di aprire la bocca. Diceva che era la 'luccicanza'.
  • Hai qualche idea? - Idee ne ho tante, ma buona nessuna.
  • Wendy? Forse è bene che tu sappia che, quando vieni da queste parti mi interrompi, mi fai perdere la concetrazione, mi distrai capisci! E mi ci vuole un casino di tempo prima che io riesca a ritrovare il filo! Sono stato chiaro?
  • Ciao, Danny. Vieni a giocare con noi? Vieni a giocare con noi, Danny? Per sempre... per sempre... per sempre.
  • Tesoro, luce della mia vita. Non ti farò niente. Solo che devi lasciarmi finire la frase. Ho detto che non ti farò niente. Soltanto quella testa te la spacco in due! Quella tua testolina te la faccio a pezzi!
  • Oddio, che voglia di bere qualcosa. Magari soltanto una birra... Salve Lloyd. C'è poca gente stasera. - Lei ha ragione Mr. Torrance.
  • Wendy? Sono a casa, amore! Su, vieni fuori. Dove ti nascondi?
  • Mettiamo una regola nuova: quando io sto qua, e mi senti battere a macchina, o non mi senti battere a macchina, qualsiasi cazzo tu mi senti fare qui, quando mi trovo qui vuol dire sempre che sto lavorando. Allora fammi il porco piacere di non venire. Tu che dici, ci riesci a farlo? - Sì. - Brava. Allora vedi di iniziare da adesso: levati dai coglioni.
  • Mi parli della camera 237? - La camera 237? - Tu hai paura della camera 237. - No, non ne ho. - Mr. Halloran, che cosa c'è nella camera 237? - Niente! Non c'è niente nella camera 237. Ma tu non devi andarci assolutamente, non devi comunque. Devi restarne lontano Danny.
  • Volevo dire, io le mani addosso non gliel'ho mai messe. Non l'ho toccato. Io quella sua dolce testolina santa non la toccherei nemmeno con un dito. Io lo amo quel mio figlietto di puttana!
  • Qui c'è qualcosa di malefico? - Beh, quando capita qualcosa di brutto, a volte restano delle tracce di quello che è avvenuto. Ma sono tracce che non tutti possono vedere. Solo coloro che hanno la luccicanza possono vederle. Così come riescono a vedere quello che potrà avvenire. Oppure gli è possibile rivivere degli avvenimenti di tanto tempo fa. Io credo che in questo hotel, negli anni, siano successe delle cose non proprio giuste.
  • Sei l'uomo che cercavo. Allora tira fuori tutto che mi faccio una bevuta Lloyd, così mi tira su. È il senso del dovere che ci frega amico mio, il senso del dovere ci frega.
  • Che cosa prende Mr. Torrance? - Una domanda molto azzeccata, caro Lloyd, perché si dà il caso, amico mio, che ho due pezzi da venti e due da dieci qui nel mio portafogli. E temevo che ci rimanessero fino all'aprile prossimo.
  • Papà, ti senti male? - No, ma sono un po' stanco. - Perché allora non ti metti a dormire? - Non posso. Ho troppo da fare. - Papà, a te piace quest'albergo? - Sì, certo. Mi piace. A te no? - Un pochino sì. - Bene, perché voglio che ti piaccia. Sarebbe bello restare qui con te per sempre. Per sempre... e sempre. - Papà, tu non faresti mai del male a mamma e me, vero?

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Milano Film Festival 2019: il meglio della 24ma edizione


L'uomo che ride: breve guida ragionata al Joker


Il cinema di Joe D'Amato, Bruno Mattei e Claudio Fragasso


Da Breaking Bad a El Camino: cosa rimane oggi della serie di Vince Gilligan

  • L'immagine delle due gemelle, figlie e vittime di Mr. Grady, è ripresa dalla foto Identical Twins (1967) di Diane Arbus.
  • A seguito del doppiaggio italiano del film, Stanley Kubrick spedì una lettera di congratulazioni a Giancarlo Giannini, complimentandosi per l'ottimo lavoro come doppiatore di Jack Nicholson.
  • Gli aneddoti sulla lavorazione del film sono molteplici. Uno di questi vuole che, per far uscire da Shelley Duvall un personaggio carico di disperazione ed esasperazione, e spingere alle estreme conseguenze la fragilità emotiva dell’attrice e del personaggio di Wendy, Stanley Kubrick, durante il periodo di riprese, la svegliasse con intimidatorie telefonate anonime nel cuore della notte.
  • La reazione di Stephen King alla visione della pellicola fu di vigoroso disappunto per le scelte narrative divergenti rispetto al romanzo da cui era tratto. Per tutta risposta, Stanley Kubrick affermò che il libro «non era poi un gran capolavoro».
AGGIUNGI CURIOSITÀ

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo