Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Obiettivo Annie Leibovitz Citazioni e curiosità


Obiettivo Annie Leibovitz Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Pe realizzare il miglior scatto possibile devo calarmi nel contesto, nella situazione. La fotografia perfetta immortala ciò che ti circonda, un mondo di cui finisci col divenire parte.
  • Ben presto ho imparato che un'immagine all'apparenza insignificante può divenire piena di significato, ed è un aspetto della fotografia che ho sempre adorato.
  • Non ho mai finto di conoscere i dettagli di una storia, li ho sempre verificati personalmente.
  • Adoro lavorare per le riviste perché sono sempre in viaggio. Il mio obiettivo è la mobilità: finché sono in movimento posso dirmi davvero felice.
  • Ho frequentato il corso di pittura a San Francisco Arts Institute con l'obiettivo di insegnare storia dell'arte, ma col passare del tempo ho capito che non si può insegnare l'arte senza essere in primis un artista.
  • Voglio esserci ancora e fotografare la mia morte.
  • L'abilità del fotografo sta nell'evidenziare un determinato istante.
  • Ho iniziato la mia carriera talmente giovane che tutte le altre vite mi appaiono più eccitanti, avventurose e mi convinco di viverle, dimenticando di costruire la mia.
  • Non mi stanco mai di guardare: ovunque volga lo sguardo, vedo istanti da incorniciare. Le foto di famiglia o gli incarichi di lavoro non fanno differenza per me. Non ho due vite, la mia vita è una sola.
  • Il lavoro rappresenta la relazione più duratura della mia vita.
  • Incorraggiavo l'arte, per quel che potevo.
  • Convince, lusinga, seduce: Annie ha un'essenza stravagante che il successo commerciale non è riuscito a intaccare.
  • Lo scopo della fotografia è ricreare un istante che significhi qualcosa per gli altri.
  • L'abilità del fotografo sta nell'evidenziare un determinato istante.
  • È molto esigente, non è un tipo facile. La definirei una Barbra Streisand dietro l'obiettivo.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Park Chan Wook, parte seconda: la follia e la passione


Cinema e libri per ingannare l’attesa: La ragazza di Bube


Werner Herzog: ritratto di un regista in 4 date


Park Chan Wook, parte prima: raccontare la vendetta

  • Tra i padri della fotografia che hanno ispirato Annie Leibovitz vi sono Henri Cartier-Bresson e Richard Avedon.
  • Le foto di Annie Leibovitz hanno scritto la storia della fotografia del Novecento. Un esempio su tutti é lo scatto in cui si vede John Lennon nudo avvinghiato a Yoko Ono. Quella foto venne scattata per Rolling Stone qualche ora prima che il cantante venisse assassinato al Dakota Building a New York l'8 dicembre 1980. In quell'occasione la rivista venne fatta stampare senza i titoli di copertina.
  • Annie Leibovitz ha rivelato: «La foto a Bette Midler segnò un perfezionamento nell'allestimento fotografico». La foto raffigurava l'attrice coperta da una cascata di rose senza spine e celebrava l'uscita di The Rose (1979), pellicola incentrata sulla vita di Janis Joplin. La composizione venne ripresa da Sam Mandes nel film American Beauty.
  • Quando Annie Leibovitz scattò la foto ad Arnold Schwarzenegger in tenuta da sci su una vetta innevata, l'attore e culturista palesava un disagio non da poco: la teperatura era fredda e non riusciva a stare fermo. Nonostante capisse la difficoltà, Annie continuava a ripetergli: «Il freddo e il gelo sono momentanei, ma questo scatto è eterno!».
  • Dopo aver conosciuto Susan Sontag, intellettuale di punta della cultura americana, Annie Leibovitz ricercò un significato più profondo nelle sue opere, innamorandosi contestualmente della scrittrice e della sua sensibilità: ciò che lei esprimeva con le immagini, Susan le traduceva in parole e viceversa. Si completavano, come raramente accade.
AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo