Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Casino Royale Recensione


Casino Royale Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Camicia elegante, completi griffati e cuore di ghiaccio sono i tre assi nella manica dell'agente segreto più affascinante e seducente dell'MI6. Dopo venti capitoli incentrati sulle sue eroiche avventure, il regista neozelandese Martin Campbell (La maschera di Zorro) fa un passo indietro e realizza l'ennesimo episodio della saga, raccontando le origini del novellino James Bond, uomo dal grilletto facile ma con la corazza rigorosamente cucita addosso.

Praga, Repubblica cieca.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

Il giovane James Bond (Daniel Craig), dopo aver eliminato due criminali, si guadagna la licenza “doppio zero” e viene incaricato di uccidere il terrorista Mollaka. Le sue indagini, seppur irruente e impulsive, lo conducono da Le Chiffre (Mads Mikkelsen), un banchiere sospettato di essere il finanziatore di alcune operazioni terroristiche. Sovvenzionato dalla sensuale Vesper Lynd (Eva Green), rappresentante del tesoro britannico, dallo scaltro Mathis (Giancarlo Giannini) e dall’agente della CIA Felix Leiter (Jeffrey Wright), Bond cercherà di fermare il criminale vincendo un’importante partita di poker…

Un incipit crudo, violento, in bianco e nero e in perfetto stile noir, volto a raccontare la storia del principiante James che diventa lo spietato agente Bond. Prima di essere l’uomo di ghiaccio che conquista ma non ama, colui che annienta ma non soffre, e che uccide senza rimorso, l’agente 007 era un uomo fragile e volubile, vittima, insomma, dei propri sentimenti. Casino Royale, forte della sceneggiatura degli esperti Neal Purvis e Robert Wade, entrambi autori di 007 – La morte può attendere, e del Premio Oscar Paul Haggis (Crash – Contatto fisico), si allontana dalla deriva cinematografica degli ultimi capitoli della saga per legarsi a filo doppio alle origini letterarie. Abbondano, dunque, i giochi di parole, la verve autoriale e le esplosioni letali utilizzate sia come trucchi di magia che come meri artifici retorici. Ispirandosi al primo romanzo scritto da Ian Fleming, la pellicola passa dai torridi ambienti del Madagascar e delle Bahamas ai paesaggi montuosi del Montenegro, unendo movimentate e centrifughe scene d’azione a composte partite di poker.

Le sue indagini, seppur irruente e impulsive, lo conducono da Le Chiffre ([Mads Mikkelsen]), un banchiere sospettato di essere il finanziatore di alcune operazioni terroristiche

Il britannico Daniel Craig, prendendo le redini dall’imponente Pierce Brosnan, non condivide l’aurea austera e glaciale dei suoi predecessori, ma incarna un personaggio più umano e sentimentale, che si lascia intenerire e, a volte, persino commuovere. Burbero, ironico, tormentato e perennemente imbronciato, Craig ricorda lo Sean Connery dei primi tempi ma ammicca anche al fascino portentoso e scultoreo di Steve McQueen, aggiungendo una buona dose di carisma personale. A spalleggiare il protagonista, una magistrale Eva Green che, lontana anni luce dallo stereotipo delle Bond girls, impersona un’eroina forte e caparbia, una dama ottocentesca che ostenta i propri valori, una donna intelligente e sensibile che conquista il cuore e l’anima di Bond. Casino Royale, nonostante le apparenze, si conferma un film intrinsecamente bondiano, che utilizza l’intensa colonna sonora di Chris Cornell per ricordare al suo eroe che “per quanto in alto egli possa essere arrivato e sebbene abbia ottenuto una licenza di uccidere, non è un dio ma, semplicemente, uno zero facilmente sostituibile”.

di Martina Calcabrini
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo