Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Bryan Taylor (Jake Gyllenhall) e Mike Zavala (Michael Peña) sono due poliziotti che pattugliano le strade violente di Los Angeles. Tra sparatorie, gang criminali e delinquenti sempre pronti alla guerra, i due cercano di arrivare alla fine del turno, a quel EOW (acronimo per end of watch che i poliziotti scrivono sul registro a fine turno) che significa un altro giorno portato a casa, senza ferite gravi.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Ma Bryan e Mike sono anche amici, intimi dai tempi dell'Accademia di Polizia dove si sono diplomati, e sotto le luci della sirena della volante, mentre aspettano la prossima chiamata, si confessano l'uno all'altro, parlando delle proprie compagne e di quelle vite private che permettono loro di rimanere ancorati alla realtà e lontani dalla pazzia.

Al suo terzo lungometraggio - dopo Harsh Times - I giorni dell'odio (2005) e La notte non aspetta (2008), il regista David Ayer torna a parlare dei protettori dell'ordine pubblico con un film che vuole cancellare dalla mente dello spettatore le immagini stereotipate di un corpo di polizia derivate da trasposizioni cinematografiche poco attinenti alla realtà. Ecco perché End Of Watch si distingue dalla maggior parte delle pellicole action che pongono al proprio centro gli uomini in divisa. Ayer, cresciuto tra le strade di South Central a Los Angeles è stato egli stesso testimone degli atti compiuti da violente bande criminali. Testimone privilegiato della devastazione del mondo che lo circondava, il regista ha colto l'occasione per raccontare, grazie all'occhio della macchina da presa, quella che è realmente la routine della polizia. Stanco dei ritratti che li descrivevano o come agenti corrotti o come die hard, Ayer decide di mettere in scena due personaggi profondamente umani, che alle rocambolesche azioni al cardiopalma alternano momenti di attesa sfiancante, colma della paura di ritrovarsi, prima o poi, in un caso dal quale sarà difficile tornare.

Pur non rinunciando alla violenza, che sembra essere una dimensione fondamentale nella filmografia di Ayer, End of Watch basa le sue migliori qualità sull'interazione tra i due protagonisti che, prima di essere tutori della legge, sono in realtà protettori l'uno dell'altro. Due colleghi, certo, ma anche amici che si raccontano, parlano della vita privata, delle ambizioni spesso svanite e di tutto quello che confluisce nella costruzione della loro personalità. Tutto ciò viene reso possibile dalle buone doti istrioniche offerte dagli attori: Jake Gyllenhall e Michael Peña duettano con un sincronismo che rasenta la perfezione, in una immersione nel racconto accentuata anche dalla scelta di seguire i due agenti con una camera a mano.

Ecco perché si distingue dalla maggior parte delle pellicole action che pongono al proprio centro gli uomini in divisa

Lo spettatore, così, è costretto a provare la tensione e la paura degli agenti, a parteggiare per questi due tutori della legalità così lontani dallo stereotipo offerto da Hollywood. Non sono eroi, né delinquenti con la divisa: sono amici, quasi fratelli, che si fanno forza con redbull e lunghi dialoghi mai noiosi né ostentativi. Nonostante un finale che sembra voler strafare e che in qualche modo stona con l'universo diegetico dispiegato fino a quel momento, End Of Watch - Tolleranza Zero è un buon action che presenta una componente umana così ben sviluppata da non poter rimanere inosservato.

di Erika Pomella
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo