Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Alberto il grande Recensione


Alberto il grande Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Il 26 Febbraio 2003 una monumentale colonna di persone si recava alla camera ardente per l'ultimo saluto all'uomo che, attraverso una straordinaria carriera, diventò un simbolo della capitale, un figlio di Roma che da essa si accomiatava nella commozione generale. A dieci anni dalla sua scomparsa, Carlo e Luca Verdone omaggiano il grande Alberto Sordi con un documentario che ne ripercorre la carriera, ma anche la vita privata, divisa tra la casa trasteverina a via delle Zoccolette e la monumentale villa di via Druso, diventata negli anni una sorta di Mausoleo.

Alberto il grande è soprattutto l'omaggio ad un amico e mentore, nel quale si sente preponderante la mano di Carlo Verdone che, oltre ad esser stato personalmente legato all’attore scomparso, è quello che, a detta di molti, ha il compito e la responsabilità di rilevarne l’eredità comica.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Il trasporto emotivo dell’attore e regista di film cult come Viaggi di nozze per il grande interprete romano si avverte in ogni inquadratura, finanche alla scelta degli spezzoni da includere nella narrazione. Lo spettatore si trova così immerso in un viaggio sensoriale che è spinto dall’affetto umano molto più che dal rispetto artistico. Alberto Sordi ha dato al cinema nostrano un volto e una dialettica riconoscibile, che lo hanno portato ad essere un vero e proprio manifesto della cinematografia italica. Sebbene tutto questo emerge con facilità, anche grazie alla scelta di ripercorrere i passi che hanno caratterizzato l’ascesa di Sordi, i fratelli Verdone spingono per portare sul grande schermo anche l’aspetto meno conosciuto del protagonista de Il Marchese Del Grillo, quello che hanno potuto conoscere abitando per anni nella stessa via dell’attore.

Tralasciando qualsiasi velleità artistica e i meri esercizi di stile, i due registi confezionano un’opera nostalgica, ma forte nel suo tendere ad una lettura del tutto personale. Come se si trattasse di una forma di psicoterapia per superare il dramma del lutto e della perdita, i fratelli Verdone usano il mezzo cinematografico per tratteggiare il ritratto di un uomo molto amato: alla fascinazione universale che Alberto Sordi ha esercitato sulle grandi masse per il suo essere la maschera di un Cinema in via d’estinzione, i registi alternano ricordi individuali volti a riportare la figura mastodontica di Sordi su un piano più terreno. Non a caso il documentario prende il via proprio tra le mura domestiche dell’attore, prima di scivolare lungo i confini di una Roma che, nella sua eterna bellezza, è stata immortalata con toni ora comici, ora amaramente rassegnati, da una filmografia di oltre 140 pellicole. Un corpus dal quale Carlo e Luca Verdone pescano a piene mani, ripercorrendo la nascita di un uomo partito dalla radio e arrivato nell’olimpo di personalità leggendarie.

Lo spettatore si trova così immerso in un viaggio sensoriale che è spinto dall’affetto umano molto più che dal rispetto artistico

Attraverso le testimonianze di amici e colleghi – tra cui Franca Valeri, Claudia Cardinale, Goffredo Foti, Christian De Sica e Ettore Scola – ad emergere è la figura senza tempo di un uomo nato e cresciuto all’ombra del Cupolone e dal quale è stato amato e protetto. Nel decennale della sua morte Albertone rivive grazie a questo documentario che piuttosto che un succedersi di eventi è un racconto familiare, intimo e universale al tempo stesso.

di Erika Pomella
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo