Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
SchedaAggiorna schedaRecensione FotoCuriositàCitazioniHome video ELIMINA
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

La madre Home video


La madre Home video

Recensione Dvd Recensione Blu Ray
Non è disponibile una recensione per questo DVD.
Effettua il login e scrivila tu
Username
Password


Registrati Password dimenticata
  • Numero dischi: 1
  • Video: 1.85:1 Widescreen
  • Audio: Inglese (DTS-HD Master 5.1), italiano, spagnolo, tedesco, hindi (DTS 5.1)
  • Sottotitoli: Inglese, arabo, danese, finlandese, italiano, norvegese, olandese, portoghese, spagnolo
  • Uscita: 17/07/2013

Recensione Blu ray

star star star star star
Nei film di Alfred Hitchcock la madre è una figura inquietante, possessiva. Se provate a fonderla idealmente con i dipinti di Modigliani, avrete la creatura ideata da Andrés e Barbara Muschietti. In questa storia a farne le spese sarà la coppia formata da Lucas (Nikolaj Coster-Waldau) e Annabel (Jessica Chastain), genitori adottivi di due bambine, disperse nel bosco e ritrovate 5 anni dopo in condizioni disumane. Come siano sopravvissute rimane un mistero. La madre è un thriller paranormale fortemente voluto da Guillermo Del Toro e diretto da Andrés Muschietti, remake dell'omonimo corto girato nel 2008, moderatamente spaventoso ma che si perde in un finale squilibrato che pretende dallo spettatore un distacco troppo forzato dalla realtà. Da YouTube al cinema: non è l'unico caso in cui un talento spunta fuori grazie alla natura democratica della rete (è successo anche a Roberto De Feo e Vito Palumbo, autori di Ice Scream, emigrati ad Hollywood per volontà del produttore di American Psyco).

Universal Pictures Home Entertainment distribuisce il film per l'Italia in dvd e Blu-ray Disc. La versione in alta definizione presenta una qualità video davvero eccellente: fonde perfettamente le zone d'ombra alle poche illuminate, creando dei contrasti cromatici da brivido nelle sequenze in cui la tensione raggiunge l'apice. Ottimo il livello di dettaglio (basti guardare le rirpese macro, che siano dei volti o degli oggetti in primo piano), profondi i neri e interessante il croma, tendente al seppiato. Si percepisce il senso di artificiosità dovuto alla resa della Erri Alexa ma in generale il risultato è più che positivo. Dal punto di vista sonoro invece le tracce presenti nel disco non permettono repliche: il DTS italiano è straordinario per potenza sub e impatto fronte-retro. L'effettistica laterale esplode durante le apparizioni della creatura e nelle situazioni di terrore, mentre i dialoghi risultano limpidi e facilmente fruibili - e per gli angofoni il DTS-HD originale è addirittura superiore. Chiudono un buon numero di contenuti extra filmici.

- Corto originale
Preceduto dall'introduzione di Guillermo Del Toro, nel corto di tre minuti si apprendono molte delle qualità del regista (che il produttore accosta a Juan Antonio Bayona, autore di The Orphanage), tra cui la capacità di creare tensione con piccoli escamotage (l'apparizione di Mama in un lungo piano sequenza composto da inquadrature unite digitalmente in modo fluido) e una tecnica invidiabile. Se nel corto claustrofobico il personaggio di Mama è solo lo strumento per inscenare terrore, nel film sono presenti i retroscena affinché il pubblico si identifichi con la creatura. Le origini di Mama provengono dal passato dei due fratelli: hanno cercato le ragioni della loro paura e le hanno trovate nelle cose innaturali, che andavano cioè contro natura. Da li la scelta di puntare sul paranormale. Il corto, visibile anche con i commenti dei fratelli Muschietti, risulta efficace perché concentra tutto: crea la tensione, la suspence e poi l'orrore. (4' circa)

- Scene eliminate
Le 7 sequenze brevi, dopotutto non molto rilevanti, prevedono alcuni dialoghi tra i personaggi e nessuna scena dell'orrore, per la gioia degli appassionati; ciò significa che il montaggio finale ha preservato tutte le scene di tensione previste nella sceneggiatura. Da ascoltare anche con i commenti dei fratelli Muschietti. (7' circa)

- La creazione di Mama
La volontà dei fratelli Muschietti era quella di raccontare una storia dell'orrore con un taglio emozionale, commovente. L'idea di tradurre il corto in lungometraggio è arrivata successivamente, quando Guillermo Del Toro si è interessato al corto trovato per caso in rete. Anche il cast spende parole di elogio per il giovane regista, abile tecnicamente e visivamente: ha saputo creare un'atmosfera tesa e avvincente all'interno di una casa normale che sembra rassicurante ma è marcia dentro. (9' circa)

- Segreti matriarcali: gli effetti visivi di Mama
Intervista ai truccatori Montse Ribé e David Marti: spiegano come si è evoluto il trucco di Mama, impersonata dall'attore scheletrico Javier Botet, alto più di due metri. «Andy guardava a Mama come a un dipinto di Modigliani marcio» – queste le parole di Del Toro che visualizzano alla perfezione il lavoro svolto dai ragazzi di DDL (protesi/truccatori) e dai responsabili degli effetti visivi (Mr. T). (6' circa)

- Commento al film
Il regista/sceneggiatore Andrés Muschietti e la produttrice/co-sceneggiatrice Barbara Muschietti parlano della loro creatura andando a toccare i punti nevralgici della produzione, con aneddoti interessanti e il costante riferimento alle idee espresse nel corto, qui ampliate per permettere al pubblico di avvicinarsi al macabro personaggio che vive nelle pareti.

Contenuti speciali





di Vito Sugameli
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo