Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Young Europe Recensione


Young Europe Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Realizzato in collaborazione con la Polizia Stradale, qui personificata da un ufficiale (Michele Gammino) intervistato in tv, il film racconta, tramite episodi intrecciati tra di loro, tre storie di giovani: a Roma Federico (Giulio Ginnetti) e Annalisa (Maria Luisa De Crescenzo) finiscono nel vortice della vita al limite del quarantenne Angelo (Riccardo Leonelli); a Parigi Josephine (Victoria Oberli) convive con la depressione in seguito a un incidente mortale causato da lei, senza riuscire a scalfire l'insormontabile distanza che la separa dai genitori; in Irlanda Julian (Mark Griffin) si innamora di una compagna di università, Sarah (Catriona Loughlin), ma è vittima delle pressanti attenzione dell'insegnante di spagnolo (Camilla Ferranti). Ad accomunare le storie sarà un incidente stradale.

Esperimento sui generis davvero molto ben riuscito questo Young Europe: finanziato dalla Comunità Europea e dal Progetto ICARUS (Inter-Cultural Approaches for Road Users Safety), scritto e diretto dall'italiano Matteo Vicino, il lungometraggio ha l'obiettivo di sensibilizzare i guidatori sui rischi della guida pericolosa.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 4/5

Il regista usa uno stile multiforme ed efficace che cammina di pari passo con le vite in continuo movimento dei suoi protagonisti: montaggio rapidissimo e abbondanza di primi piani (le serate di Josephine) alternato a campi larghi e ritmi rallentati (le passeggiate di Julian e Sarah), puntando forte su una musica potente e veloce ma mai invasiva. Le vite della Giovane Europa sono sempre vicine a bruciarsi, sebbene Matteo Vicino accusa esplicitamente gli adulti, colpevoli di mandare messaggi sbagliati per poi puntare con troppa facilità il dito, incapaci di prendersi la minima responsabile ma poi rapidi a scaricare colpe sugli altri. Delicato ma potente, drammatico e a tratti davvero divertente, clamorosamente superiore a tutti i film giovanilisti e generazionali visti di recente in Italia e giustamente premiato al Milano International Film Festival. Da applausi il giovanissimo cast. Per veicolare un messaggio così importante non si poteva scegliere un modo migliore.

Le vite della sono sempre vicine a bruciarsi, sebbene Matteo Vicino accusa esplicitamente gli adulti, colpevoli di mandare messaggi sbagliati per poi puntare con troppa facilità il dito, incapaci di prendersi la minima responsabile ma poi rapidi a scaricare colpe sugli altri

di Marco D'Amato
Sei d'accordo con questa recensione?
No
65 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo