Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Cha Cha Cha Recensione


Cha Cha Cha Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

A quattro anni di distanza da Fortapàsc, il regista Marco Risi torna al cinema con una storia di morte e corruzione, adagiandola sullo scenario di una Roma avvolta da tinte scure e note blues. In Cha Cha Cha non si trovano sprazzi di sole a illuminare un'umanità rumorosa e ridondante; l'accento romanesco non serve più a ridere e scherzare dei mali della società, ma a portare alla ribalta una corruzione che è in ogni luogo, attraverso la presenza di micro-tecnologie che spiano, guardano, intercettano, svelano, indagano e, a volte, portano in primo piano l'orrore.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Ed è con l'orrore che il film si apre.

La macchina da presa segue da vicino l’immagine di un gruppo di cani che si ciba di un cadavere abbandonato in un parco. È l’inizio delle indagini dell’ispettore Corso (Luca Argentero), un ex poliziotto tutto d’un pezzo che è stato costretto a reinventarsi, vestendo i panni di detective privato, dopo che uno scandalo del suo passato l’ha costretto ad allontanarsi dalle forze dell’ordine, per colpa anche del commissario Torre (Claudio Amendola), che si troverà suo malgrado coinvolto nel caso dell’omicidio. Corso, muovendosi solitario tra corruzione e brutture, con uno sguardo sempre cinico, cercherà di risolvere il mistero legato all’assassinato, il figlio di Michelle (Eva Herzigova), attrice che ha avuto, in passato, una liason amorosa con lo stesso investigatore, ed ora legata ad un uomo potente che sembra capace, da solo, di muovere le fila di una città intera.

Marco Risi dirige un noir sicuro e solido, che poggia le sue migliori qualità su una sceneggiatura attenta sia alla coerenza interna del racconto, sia, soprattutto, al ritmo, che pur non essendo forsennato riesce a pungolare la curiosità del pubblico. Questo anche grazie ad un cast convincente: Luca Argentero – fresco della sua interpretazione a tinte nere ne Il Cecchino di Michele Placido – riesce ad immergersi nei panni di quest’uomo solitario e cinico, tradito dalla vita e dalla società; anche se la vera sorpresa è rappresentata dal redivivo Claudio Amendola che, dopo anni di fiction tv e ruoli al limite della farsa, ritrova il suo lato più coriaceo nell'interpretazione di un uomo d’altri tempi, che segue la legge con una rigidità apparentemente fuori moda nel contesto sociale attuale. La protagonista che rivaleggia con i volti divistici, infine, è Roma, capitale tentacolare e antro infernale cupo e fuligginoso, dove i colori e le tinte scure ben rimandano il ritratto di un mondo in disfacimento, e dove l’happy ending sembra solo un mero miraggio. Cha cha cha prende le sembianze di una danza che oscilla tra disperazione e speranza, tra la lotta forsennata per emergere dal marciume e la rassegnata consapevolezza che il male, semplicemente, è di difficile estirpazione.

È l’inizio delle indagini dell’ispettore Corso ([Luca Argentero]), un ex poliziotto tutto d’un pezzo che è stato costretto a reinventarsi, vestendo i panni di detective privato, dopo che uno scandalo del suo passato l’ha costretto ad allontanarsi dalle forze dell’ordine, per colpa anche del commissario Torre ([Claudio Amendola]), che si troverà suo malgrado coinvolto nel caso dell’omicidio

di Erika Pomella
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo