Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Arizona Dream Recensione


Arizona Dream Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

I sogni di una persona ne riflettono la personalità, ne svelano le paure, ne rivelano l’anima. Eric Kusturica, rinomato regista jugoslavo famoso per le sue pellicole grottesche e surreali, dirige Arizona Dream - Il valzer del pesce freccia, una commedia gotica e stravagante capace di suscitare contemporaneamente negli spettatori risate e lacrime, ilarità e malinconia, spensieratezza e inquietudine.

Dopo la morte dei suoi genitori, il giovane Axel inizia a lavorare come impiegato per il Dipartimento per la caccia e la pesca di New York.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Un giorno, lo zio Leo, proprietario di una concessionaria Cadillac, chiede al nipote di trasferirsi a casa sua e di diventare suo socio in affari. Axel accetta la proposta e nel negozio conosce la seducente Elaine, giovane vedova che vive con la remissiva figlia Grace. I due diventano presto amanti ma, in occasione del compleanno della donna, il ragazzo capisce di essere innamorato di Grace che, sentendosi colpevole, si suicida sparandosi un colpo in testa. Nel frattempo, in Alaska, un uomo riesce a pescare un pesce halibut per sfamare la sua famiglia.

Una cornice opaca e una lenta carrellata a precedere accompagnano gli spettatori nel bizzarro mondo del protagonista, diviso tra illusioni e realtà, tra sogni e follie, tra aspettative rosee e pesanti prese di coscienza. A cavallo tra l’adolescenza e l’età della ragione, Alex diventa un uomo soltanto quando si scontra con le numerose difficoltà della vita. La morte dei genitori e dello zio, la pazzia latente della donna amata, il suicidio del suo grande amore e, infine, la consapevolezza che gli animali sono migliori degli uomini perché più coerenti e fedeli alla propria natura, lo aiutano a maturare quella consapevolezza necessaria a dare un senso alla vita. Arizona Dream abbonda di citazioni più o meno dichiarate: da Toro scatenato a Intrigo internazionale passando persino per Il padrino, mantenendo egregiamente in equilibrio un umorismo estremamente surreale e una funerea amarezza di fondo.

Axel accetta la proposta e nel negozio conosce la seducente Elaine, giovane vedova che vive con la remissiva figlia Grace

Un ottimo Johnny Depp diviso tra l’angelica Lili Taylor (Haunting - Presenze) e la perversa Faye Dunaway (Le regole dell'attrazione), sembra citare, più o meno volontariamente, gli strambi personaggi che hanno reso grande un autore come Terry Gilliam. Arizona Dream è una pellicola onesta, malinconica e agrodolce, capace di entrare lentamente nel cuore dell’America per dissacrarla dall’interno e toglierle la maschera sociale che si è imposta di indossare.

di Martina Calcabrini
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo