Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Gravity Recensione


Gravity Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

La 70^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia riporta al lido, nel suo giorno d’apertura, il divo hollywoodiano George Clooney, protagonista, insieme alla bella Sandra Bullock, di Gravity, il nuovo film di Alfonso Cuaròn. Una storia che pone al proprio centro due volti iconografici che si immergono nella moltitudine di stelle disperse nell’infinito universo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

Un viaggio spaventoso e affascinante nei meandri dello spazio siderale, dove due astronauti si trovano a dover combattere per la propria sopravvivenza.

Ryan Stone (Sandra Bullock) è una dottoressa che si trova per la prima volta nello spazio, lasciandosi sedurre dal silenzio impenetrabile dell'universo, chiamata ad intervenire con le sue conoscenze scientifiche. Matt Kovalski (George Clooney) è, al contrario, un veterano delle missioni spaziali, che si muove con tranquillità e un pizzico di vanità. Tra questi due personaggi si frappone una violenta pioggia di detriti che distrugge il loro satellite, interrompe le comunicazioni con la Terra e li lascia in balia di una paura adamitica: il vuoto silenzioso e infinito che inghiotte qualsiasi cosa, persino la luce. Per i due superstiti non resta altra scelta che continuare ad attaccarsi alla propria umanità, a quell’atavica convinzione di poter sopravvivere, sempre e comunque, grazie ad un istinto che emerge anche contro ogni logica.

Difficile restituire il senso di claustrofobia che Alfonso Cuaròn riesce a creare in uno spazio potenzialmente illimitato. Senza confini e senza barriere di sorta, i due protagonisti restano comunque intrappolati in uno spazio che si fa sempre più circoscritto, delimitato dalla paura di smarrire se stessi e, ancora di più, dal terrore di annientarsi in un buio cosmico che non permette speranza né redenzione. Per creare questo senso d’ansietà, Alfonso Cuaròn ricorre ad un ottimo 3D che risulta estremamente funzionale, utile a creare profondità, cooperando alla messa in scena di uno stato d’inquietudine costante e invariato fino alla fine. Visivamente eccellente, Gravity si arricchisce anche di un reparto musicale – curato da Steven Price – che accompagna perfettamente il dispiegarsi della vicenda, giocando con i nervi scoperti del pubblico, prendendo ideologicamente per mano l’asfissia dei protagonisti, le loro crisi di panico e le loro repentine prese di coscienza.

Senza confini e senza barriere di sorta, i due protagonisti restano comunque intrappolati in uno spazio che si fa sempre più circoscritto, delimitato dalla paura di smarrire se stessi e, ancora di più, dal terrore di annientarsi in un buio cosmico che non permette speranza né redenzione.

E se George Clooney non delude, non si può non ammettere che il vero centro di gravità del film di Alfonso Cuaròn, è Sandra Bullock, che monologa con se stessa, riempiendo lo schermo e regalando probabilmente la sua migliore interpretazione di sempre.

di Erika Pomella
Sei d'accordo con questa recensione?
No
10 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo