Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

I Tarantiniani Recensione


I Tarantiniani Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Emuli low budget dei campioni di incasso americani, pellicole artigianali capaci di trasformare handicap d'esigenza in ingegnosi punti di forza; all'epoca snobbati o addirittura sfottuti dalla critica – i famosi "poliziotteschi" – per essere poi ripescati da Quentin Tarantino decenni dopo e rivalutati perfino dai più convinti detrattori. Il documentario di Maurizio Tedesco e Steve Della Casa ripercorre la storia del cinema di genere attraverso interviste e testimonianze d'archivio che spronano lo spettatore moderno a riscoprire la matrice del modello tarantiniano.

Dallo spaghetti western all'horror, dal poliziesco al giallo: il viaggio dei due registi, supportati dalla consulenza di Manlio Gomarasca (fondatore della rivista di genere Nocturno), attraversa due decenni in appena 60 minuti, tra battute di spirito, aneddoti e riflessioni che riguardano il cinema passato con qualche frecciatina al vetriolo riservato al presente - tra le righe si percepisce un mea culpa condivisa per non aver mantenuto in vita quel genere trash, rustico ma indubbiamente versatile, e di conseguenza quel tipo di industria italiana.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

I Tarantiniani diviene così motivo di sfogo, di vanto e in misura minore anche di studio della storia del belpaese da parte dei registi e scrittori declassati a semplici mestieranti, consolati dai numeri e dal successo internazionale che hanno riscosso i loro film, i cui fondi – come avviene sempre più di rado – hanno permesso alle case di produzione di investire sulle pellicole d'autore. I ragionamenti folgoranti del maestro Sergio Leone vengono stemperati dalla goliardia capitolina di Enzo G. Castellari e dall'indisciplinata esperienza professionale di Tomas Milian. Ma la lista degli interpellati è lunga e coinvolge tra gli altri Barbara Bouchet, Ruggero Deodato, Lamberto Bava, Franco Nero, Umberto Lenzi e lo stesso Tarantino con un'intervista estrapolata dalla premiere di Bastardi senza gloria, sorta di remake in salsa pulp di Quel maledetto treno blindato (1977) di Castellari. Oltre che un atto d'amore nei confronti del cinema di genere, I Tarantiniani rivendica l'importanza delle idee nel cinema, classificate frettolosamente di serie B a cavallo tra i settanta e ottanta, ma che sull'onda mediatica dei capolavori di Tarantino, hanno finalmente ottenuto un riconoscimento implicito: quella dignità richiesta da una lunga lista di autori che hanno vissuto per troppo tempo all'ombra degli intellettuali. È giunto il momento per loro di accendere le luci della ribalta.

Oltre che un atto d'amore nei confronti del cinema di genere, I Tarantiniani rivendica l'importanza delle idee nel cinema, classificate frettolosamente di serie B a cavallo tra i settanta e ottanta.

di Vito Sugameli
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


Dragon Ball Super: Broly

€1.667.054
Green Book

€1.084.075
Domani è un altro giorno
€706.326
Ancora auguri per la tua morte
€553.932
10 giorni senza mamma

€551.831
REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo