Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Piovono polpette Recensione


Piovono polpette Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Nell'universo fantastico del libro per bambini Cloudy with a chance of meatballs, scritto nel lontano 1978 da Judi Barret e illustrato da Ron Barret, vortici di spaghetti, uragani di ragù e spiedini di marshmallow finiscono per diventare cibi cancerogeni e trappole mortali. I registi Phil Lord (21 Jump Street) e Chris Miller (Il gatto con gli stivali), allettati dall'umorismo irriverente della storia, ne hanno realizzato un'ironica e divertente trasposizione cinematografica: una pellicola dinamica ed esuberante che unisce buoni sentimenti e imprese disperate, ispirata ai Muppets e alle illustrazioni di Miroslav Sasek, la cui serie di libri negli anni cinquanta presentava uno stile moderno e diretto.

Flint Lockwood è un bambino diverso dagli altri.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

Passa le sue giornate in laboratorio a curare progetti destinati, secondo lui, a cambiare il mondo. Ogni sua invenzione, però, si rivela una catastrofe e finisce per creare scompiglio nella popolazione. Quando il suo ultimo macchinario distrugge Sardina Land, il parco giochi dell'isola, Flint abbandona ogni speranza di realizzazione personale. Casualmente, però, tra le nuvole, la macchina inizia a funzionare e trasforma il vapore dell'atmosfera in molecole di cibo. Le richieste dei suoi concittadini, sempre più numerose e variegate, alterano il meccanismo della macchina e la rendono in grado di creare alimenti sempre più grandi fino a che, ormai ingestibili, rischiano di soffocare la Terra. Aiutato dall'altezzoso Brent, dalla scimmia Steve e dall'aspirante giornalista Sam Sparks, Flint dovrà trovare il modo di fermarla.

Tempeste di polpette, cascate di formaggio e castelli di gelatina finiscono per intrappolare il suo creatore in un universo geneticamente modificato, perverso e seducente. Sorta di Frankenstein che si ribella al suo creatore, la macchina genera illusioni di felicità sensoriali che appagano i sensi e la mente.

Ogni sua invenzione, però, si rivela una catastrofe e finisce per creare scompiglio nella popolazione

Creando un universo apocalittico e catastrofico, gli sceneggiatori citano i grandi film di genere come Twister, The day after tomorrow - L'alba del giorno dopo e Indipendence Day, li inseriscono nella narrazione e li adattano al proprio contesto, con evidenti rimandi inoltre alla fantascienza a stelle e strisce del periodo a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta (si pensi ai polli spennacchiati mangia-uomini o alla presenza del vecchio hit Sunshine lollipops nella colonna sonora). Creature delicate e amene assumono dimensioni e atteggiamenti carnivori e orsetti di zucchero si configurano come pericolosi eserciti di androidi. Affinchè il pubblico partecipi attivamente all'avventura dei suoi protagonisti, i registi costruiscono un racconto in prima persona pieno di movimenti di macchina, suspense e colpi di scena. Piovono Polpette si rivela un prodotto intelligente, sagace e ardito che coinvolge lo spettatore di qualunque età, con colorate e stupefacenti spirali di divertimento e ironia, dimostrando che la bizzarria, a volte, può rivelarsi straordinaria originalità.

di Martina Calcabrini
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo