Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

American Beauty Citazioni e curiosità


American Beauty Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Questo non è un matrimonio, da anni! Ma sei stata felice fin quando ho tenuto la bocca chiusa: bè, indovina un po'? Sono cambiato e il mio nuovo Io si fa una sega quando è arrapato perché è ovvio che tu non gli darai mai una mano in quel reparto!
  • Ragazzi, non direte sul serio? Tu sei solo una ragazzina e lui... è un malato di mente! Finirete a vivere in uno scatolone per strada!
  • Ti stavi masturbando! - Non è vero! - Sì, invece! - Oh, e va bene, allora sparami! Mi facevo una sega! Esatto, mi lustravo il piffero! Accarezzavo il lucertolone! Omaggiavo la mia terza gamba!
  • Credo che diventerai una modella. - Lo so. Perché tutto quello che deve capitare, capita. Presto o tardi.
  • Se dovessi partire stasera, verresti con me?
  • Se la gente che neanche conosco mi guarda e vuole scoparmi significa che sono davvero sputata per fare la modella ed è fantastico, perché non c'è niente di peggio nella vita che essere una qualunque.
  • Ti chiedo scusa se mio padre ha fatto lo scemo. - Non fa niente... da sempre i ragazzi sbavano per me.
  • Era una di quelle giornate in cui tra un minuto nevica. E c'è elettricità nell'aria. Puoi quasi sentirla... mi segui? E questa busta era lì; danzava, con me. Come una bambina che mi supplicasse di giocare. Per quindici minuti. È stato il giorno in cui ho capito che c'era tutta un'intera vita, dietro a ogni cosa. E un'incredibile forza benevola che voleva sapessi che non c'era motivo di avere paura. Mai. Vederla sul video è povera cosa, lo so; ma mi aiuta a ricordare. Ho bisogno di ricordare. A volte c'è così tanta bellezza nel mondo, che non riesco ad accettarla. Il mio cuore sta per franare.
  • Ho sempre saputo che ti passa davanti agli occhi tutta la vita nell'istante prima di morire. Prima di tutto, quell'istante non è affatto un istante: si allunga, per sempre, come un oceano di tempo. Per me, fu lo starmene sdraiato al campeggio dei boy scout a guardare le stelle cadenti; le foglie gialle, degli aceri che fiancheggiavano la nostra strada; le mani di mia nonna, e come la sua pelle sembrava di carta. E la prima volta che da mio cugino Tony vidi la sua nuovissima Firebird. E Janie. E Carolyn. Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme, ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare. E poi mi ricordo di rilassarmi, e smetto di cercare di tenermela stretta. E dopo scorre attraverso me come pioggia, e io non posso provare altro che gratitudine, per ogni singolo momento della mia stupida, piccola vita. Non avete la minima idea di cosa sto parlando, ne sono sicuro, ma non preoccupatevi: un giorno l'avrete.
  • È una gran cosa quando realizzi di avere ancora l'abilità di sorprenderti. Ti fa chiedere cos'altro puoi fare che ti sei dimenticato.
  • Mai sottovalutare il potere della negazione.
  • Il mio lavoro consiste fondamentalmente nel mascherare il mio disprezzo per quegli stronzi dei miei capi e, almeno una volta al giorno, nel ritirarmi nel bagno degli uomini per farmi una sega, mentre fantastico su una vita che non somigli per filo e per segno all'inferno.
  • Ricordate quei poster con la scritta: "Oggi è il primo giorno del resto della tua vita?" Bè, questo è vero per tutti i giorni tranne uno: il giorno che muori.
  • Mia moglie e mia figlia mi vedono come un colossale perdente. E hanno ragione. Ho perso davvero qualcosa. Non sono del tutto sicuro di cosa si tratta ma... so che non mi sono sempre sentito così posato. Però volete saperlo? Non è mai troppo tardi per tornare indietro.
  • Jane è un'adolescente abbastanza tipica: arrabbiata, insicura, confusa... magari potessi dirle che tutto questo passerà. Ma non le voglio mentire.
  • Mi chiamo Lester Burnham. Questo è il mio quartiere, questa è la mia strada, questa è la mia vita. Ho quarantadue anni, fra meno di un anno... sarò morto. Naturalmente io questo ancora non lo so.
  • Com'è la sua vita. È felice? È infelice? Ci terrei tanto a saperlo... e si farebbe uccidere piuttosto che parlarne. - Lei è molto felice. Crede di essere innamorata.
  • Jane, oggi ho lasciato il lavoro. Poi ho detto al mio capo di andare a fare in culo e poi l'ho ricattato per quasi 60.000 dollari. Passami gli asparagi.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Vampiri: alle origini della leggenda


Good Bye Lenin: perchè oggi è ancora un cult


David Lynch: perchè il suo Oscar alla carriera è un vero evento


Best Worst Movie: il documentario che racconta il miglior "peggior film" mai girato

  • Prima di dedicarsi al cinema, con l’esordio da sceneggiatore in American Beauty, Adam Ball è stato creatore di serie televisive. Al momento ha alle spalle serie tv di successo come Six Feet Under e True Blood. Nel 2008 ha diretto il suo primo film, Niente velo per Jasira.
  • Sam Mendes nasce come regista teatrale. A introdurlo nel mondo del cinema fu Judi Dench, con cui lavorò a lungo a teatro.
  • Per il ruolo di Lester, la produzione vagliò, tra gli altri, Bruce Willis, Kevin Costner e John Travolta mentre per interpretare Carolyn furono considerate Helen Hunt e Holly Hunter.
  • Vuole la leggenda che Adam Ball scrisse la sceneggiatura di American Beauty mentre realizzava la sua ennesima sitcom, dal titolo Oh, Grow Up. Il copione di American Beauty divenne lo sfogo in cui riversare tutta la frustrazione dovuta alle incessanti pretese della rete televisiva. Fu poi un incontro casuale con Steven Spielberg a fare maturare in Ball la consapevolezza della propria opera.
  • La sequenza dei petali di rosa su Mena Suvari fu creata per la maggior parte in fase di post produzione. Per alcuni effetti i tecnici si servirono della CGI, che in quegli anni si affermava timidamente al cinema. Il tema delle rose divenne per il film iconico al punto da essere ripreso anche sulle locandine: nel 1999, David Hochman dall’Entertainment Weekly reputò i manifesti cinematografici di American Beauty come i migliori di tutti i tempi.
  • Gli stati in cui American Beauty riscosse maggiore successo alla sua uscita al cinema furono nell'ordine: Regno Unito, Italia, Germania, Australia e Francia.
  • American Beauty fu nel 1999 il film con le recensioni migliori, incassando oltre 350 milioni di dollari nel mondo. Dopo essersi aggiudicato tre Golden Globe, agli Oscar 2000, la pellicola, candidata in otto categorie, si aggiudicò cinque statuette: Miglior Film, Miglior Regia (Sam Mendes), Miglior Attore Protagonista (Kevin Spacey), Migliore Sceneggiatura Originale (Alan Ball) e Migliore Fotografia (Conrad L. Hall).
AGGIUNGI CURIOSITÀ

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo