Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Ampie distese di erba, astri splendenti e fiori profumati: il regno di Oz è un luogo di pace e prosperità in cui i conflitti sono cessati con la scomparsa delle perfide streghe dell’est e dell’ovest. Intenzionati a raccontare come cambiò la realtà del posto senza la tirannia delle megere, i registi Dan St.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.5/5
Voto utenti: 3/5

Pierre e Will Finn (Mucche alla riscossa) siedono in cabina di regia per firmare una bizzarra e confusionaria trasposizione cinematografica del romanzo Dorothy of Oz di Roger S. Baum.

A causa del tornado che si è abbattuto sulla terra, Dorothy e tutti gli abitanti del Kansas hanno perso le loro case. Mentre uno strozzino cerca di arricchirsi con le loro sventure, un Arcobalemobile preleva la bambina e la porta a Oz. Il regno incantato, infatti, è in pericolo: un perfido giullare, fratello delle defunte streghe, ha catturato Gilda la strega buona, il leone coraggioso, l’uomo di latta, lo spaventapasseri e tutti i maggiori rappresentanti del governo. Nella sua nuova missione, Dorothy sarà aiutata dal maresciallo Marshmallow, dal gufo Socrate e dalla principessa di porcellana, che si metteranno personalmente in gioco per salvare la città di smeraldo.

Giochi di magia, sortilegi, burattini: Il giullare domina la terra di Oz attraverso una magia perversa e maligna, incurante del crescente malcontento popolare. Cattura quindi i più altolocati ministri del potere, li priva della propria coscienza e li tramuta in ebeti marionette al suo servizio. Solo l’astuzia e la dolcezza di Dorothy, già meritevoli di aver sconfitto la magia nera delle streghe, dunque, sembrano essere la loro unica ancora di salvezza.

A causa del tornado che si è abbattuto sulla terra, Dorothy e tutti gli abitanti del Kansas hanno perso le loro case

Gli sceneggiatori Adam Balsam e Randi Barnes (Imagination Movers), scegliendo di realizzare un sequel simpatico e moderno per l’originale Mago di Oz di Fleming, hanno trasformato la pittoresca e graziosa protagonista in una bambina moderna e alla moda che sembra aver dimenticato gli antichi valori (e affetti). Aiutata da personaggi eccentrici e sfacciati, infatti, Dorothy diviene una macchietta relegata sullo sfondo che, lontana da sfaccettature fantasy e surreali, sfoggia discorsi piatti e monocordi e si barcamena tra situazioni quotidiane e popolari. Con un’animazione abbozzata e spoglia e canzoni estremamente semplici e infantili, Il magico mondo di Oz si rivela una pellicola scarna ed elementare che chiede al pubblico più giovane di simpatizzare con le tragicomiche avventure dei protagonisti.

di Martina Calcabrini
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo