Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Nove anni dopo, ancora Frank Miller e Robert Rodriguez, ancora Sin City. Una donna per cui uccidere segue l’opera prima rilasciata nel 2005, fedelmente ispirata al capolavoro fumettistico di Miller, concepito all’inizio degli anni ’90.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

La pellicola – che vede gli stessi Miller e Rodriguez nei panni dei produttori – si rifà all'episodio edito nel 1993, qui rivisitato sul grande schermo confermando parte del cast dal film precedente e integrandolo con nuovi, significativi elementi come Eva Green e Joseph Gordon-Levitt.

Al KadiÈs Bar di Sin City, luogo a dir poco malfamato, si incrociano le strade di sei personaggi assetati di vendetta. Un giovane, affascinante e presuntuoso giocatore d’azzardo, Johnny (Joseph Gordon-Levitt), sfida e sconfigge per ben due volte il perfido Senatore Roark (Powers Boothe), scatenando le minacce e l'ira che il malvagio politico rovescia su chi osa umiliarlo in pubblico. La bella Nancy (Jessica Alba), la cui vita è precipitata nel baratro dopo la morte dell’amato Hartigan (Bruce Willis), al KadiÈs Bar fa la spogliarellista e proprio su quel palco cova il desiderio di vendicare il suo uomo con l’aiuto di Marv (Mickey Rourke). La storia di Dwight (Josh Brolin), è la più sofferta: nella sua vita irrompe di nuovo dopo anni Ava (Eva Green), la femme fatale per cui aveva perso la testa e il cuore. Pentita per averlo fatto soffrire, Ava gli chiede aiuto per liberarsi dai soprusi del marito milionario. Quasi sempre macchiati di sangue, sesso e morte, in una città che pare non voler lasciar scampo a nessuno, i protagonisti saranno condotti a stravolgimenti inaspettati.

Il nuovo Sin City - attesissimo dai fan di Miller, ma anche del noir in generale – è fedele sia al comic, sia al primo film. In prospettiva trilogistica, ciò non può esser che un bene.

Un giovane, affascinante e presuntuoso giocatore d’azzardo, Johnny (Joseph Gordon-Levitt), sfida e sconfigge per ben due volte il perfido Senatore Roark ([Powers Boothe]), scatenando le minacce e l'ira che il malvagio politico rovescia su chi osa umiliarlo in pubblico

Basin City appare ancora più spietata, violenta e cinica di quanto già non fosse, i suoi cittadini lo sono altrettanto ma soffrono, a caccia della loro vendetta. Il 3D impresso al film, per una volta, risulta un successo: il tridimensionale, quando si tratta di fumetti, è l’arma in più per immergere lo spettatore in una pagina virtuale che si sfoglia da sé grazie all’oculata regia di Rodriguez. Per comprendere l’entità del lavoro di post-produzione basti pensare all’anno di conclusione delle riprese: il 2012. Per oltre 2 anni Rodriguez – con la supervisione decisiva di Miller – ha ridisegnato gli ambienti, i luoghi e le riprese che prima non erano altro che green screen e tanto lavoro di studio.

Il secondo Sin City risulta perfino più cinematografico del primo: spogliandosi di una dinamicità tipica del rapido svolgersi di trame impresse su inchiostro, il film risulta ragionato, profondo e introspettivo, mantenendosi concentrato sui lacerati sentimenti dei protagonisti, pur con l’attenzione sempre puntata al violento svolgersi degli eventi. Anche se un margine di miglioramento è ancora possibile - una trama più innovativa, per esempio, che scimmiotti meno la falsa riga del primo film, è ancora indubbiamente da preferirsi all'attuale - Sin City – Una donna per cui uccidere è un film che si apprezza soprattutto per quanto di buono è evidente possa offrire il cinema prendendo spunto da una graphic novel, anche se degli (ormai lontani) anni ’90.

di Riccardo Cotumaccio
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo