Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

V per Vendetta Recensione


V per Vendetta Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Portando sullo schermo l'omonima stravagante graphic novel creata da Alan Moore e illustrata da David Lloyd, i fratelli Wakowski supportano l’esordio registico di James McTeigue (già aiuto regista di George Lucas in Star Wars II - L’attacco dei cloni) con V per Vendetta. Forte della sua originale capacità espressiva e della sua versatilità autoriale, McTeigue riesce a fondere egregiamente classicismo e virtuosistici movimenti di macchina, enfatizzando il simbolismo implicito in ogni inquadratura.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.5/5
Voto utenti: 3/5



Agli esordi del XXI secolo, in un futuro alternativo in cui la Germania è uscita vincitrice dalla Seconda Guerra Mondiale, la Gran Bretagna è stata trasformata in una società nazista controllata dal regime totalitario del cancelliere Adam Sutler (John Hurt). Stanco della sua tirannia, un uomo misterioso soprannominato V (Hugo Waving), nascondendo la propria identità dietro alla maschera di Guy Fawkes, compie eclatanti atti terroristici per incitare la nazione alla rivolta. Esattamente come fece il cospiratore britannico, infatti, egli minaccia di far saltare il parlamento e uccidere tutti i maggiori rappresentanti del potere. Il suo incontro con la giovane Every Hammond (Natalie Portman), però, risveglia nell’uomo la speranza di un mondo migliore.

In un universo distopico in cui la tirannia mediatica di stampo orwelliano decide le sorti della vita umana, un gruppo di uomini corrotti, malvagi e spietati attua una perversa politica di terrore. Dominatori indiscussi di un regime arido e apocalittico, devastano intere città con il solo scopo di accrescere le proprie ricchezze. La loro condotta immorale e viziosa scatena la brama di vendetta di un uomo talmente assetato di giustizia da rivelarsi il fantasma del (loro) Natale passato, venuto per la resa dei conti. Leader incontrastato di qualsiasi atto di ribellione pubblica e privata, V indossa una maschera connotata da un sorriso sornione e da uno sguardo indagatore e diabolico che scruta, giudica e, laddove necessario, punisce.

In un universo distopico in cui la tirannia mediatica di stampo orwelliano decide le sorti della vita umana, un gruppo di uomini corrotti, malvagi e spietati attua una perversa politica di terrore.

Assumendo ben presto il pieno controllo della diegesi narrativa, V manipola l’attenzione degli spettatori, li rende partecipi dell’azione e, paradossalmente, li spinge a tollerare la sua condotta. Inseriti, dunque, nel meccanismo perverso della sua rivolta, il pubblico prende parte alla sua futuristica danse macabre, ne segue il ritmo e, più o meno volontariamente, ne impara le coreografie. Attraverso espressionistici giochi di luce, illuminazioni stroboscopiche e glaciali virtuosismi registici, McTeigue plasma un’opera intensa e coinvolgente che, nonostante i costanti spargimenti di sangue e le disperate grida di dolore, lascia intravedere la speranza di poter cambiare il mondo solo con la forza di un pensiero innovativo.

di Martina Calcabrini
Sei d'accordo con questa recensione?
No
10 No
Condividi:
starstarstarstarstar

Una pellicola che ben mostra, a partire dal dato storico a cui si ispira (la congiura delle polveri del 1605, orchestrata da Guy Fawkes), il fascino del cinema. Il linguaggio cinematografico a volte sa andare al di là del "fatto" e regala emozioni, dietro a cui si svelano personaggi, che più o meno consapevolmente, muovono le fila di una storia affascinante, tutta da raccontare. Il linguaggio

Leggi tutto

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo