Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Memento Citazioni e curiosità


Memento Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Non riesco a ricordarmi di dimenticarti.
  • Il fatto che io dimentichi le cose non toglie niente al senso delle mie azioni. Il mondo continua ad esserci anche se chiudi gli occhi, no?
  • Il modo migliore per capire le persone è lasciarle parlare, guardarle negli occhi, osservare i loro gesti.
  • La memoria può cambiare la forma di una stanza, il colore di una macchina. I ricordi possono essere distorti; sono una nostra interpretazione, non sono la realtà; sono irrilevanti rispetto ai fatti.
  • Lei non c'è più e il presente è un vuoto che ricopio sui miei maledetti appunti.
  • Tu non vuoi sapere la verità, tu crei la tua verità!
  • La gente si innervosisce per tante ragioni, dipende dal contesto.
  • Sono disciplinato e organizzato. Uso ordine e metodo per rendere la mia vita possibile.
  • Credevo che il bello dei libri fosse scoprire cosa succede dopo.
  • Chissà quante volte l'ho fatto. Devo aver bruciato tonnellate di cose tue. Non riesco a ricordarmi di dimenticarti.
  • Devo credere in un mondo fuori dalla mia mente, devo convincermi che le mie azioni hanno ancora un senso, anche se non riesco a ricordarle. Devo convincermi che, anche se chiudo gli occhi, il mondo continua ad esserci... allora sono convinto o no che il mondo continua ad esserci? ...c'è ancora? ...sì. Tutti abbiamo bisogno di ricordi che ci rammentino chi siamo, io non sono diverso... Allora, a che punto ero?
  • Che cosa sto facendo? Ah, sto inseguendo quell'uomo! No! È lui che sta inseguendo me!
  • Io invece lo guardavo negli occhi e vedevo questo lampo di riconoscimento, ma ora so che uno finge, perché se pensi che qualcuno si aspetta che tu lo riconosca fingi di riconoscerlo, fingi per fare piacere ai dottori, fingi per non sembrare diverso.
  • Mento a me stesso per sentirmi meglio.
  • Riesci quasi a sentire i dettagli, quelli che non hai mai pensato di esprimere con le parole. Frammenti che si fanno sentire anche se non vorresti. Li metti insieme e trovi il sapore di una persona, e capisci quanto ti mancano; e quanto odi chi te li ha portati via.
  • Non so nemmeno da quanto tempo se n'è andata, è come se mi svegliassi nel nostro letto e lei non ci fosse, perché è andata in bagno o in cucina, ma in qualche modo so... so che nel nostro letto non tornerà più. Se riuscissi ad allungare una mano e toccare il suo lato del letto, saprei che è freddo, ma non ci riesco, so che non potrò più averla. Ma non voglio svegliarmi al mattino credendo che sia ancora qui, resto lì nel letto senza sapere da quanto tempo sono solo, e allora come posso guarire? Come posso guarire se non riesco a sentire il tempo?
  • Ti ho mai parlato del mio disturbo? - Solo ogni volta che ci vediamo!
  • Qual è l'ultima cosa che ricordi? - Mia moglie... - Bello! - ...che moriva.
  • Chi ti ha fatto questo? - Sei stato tu!
  • Ho questo disturbo... - Be', spero non sia serio quanto il suo, perché è morto!
  • Allora hai delle informazioni per me? - L'hai letto sui tuoi appunti? - Sì. - Deve essere difficile vivere quando devi cercare su dei foglietti quello che devi fare. Confondi la lista della lavanderia con quella della spesa e rischi di mangiare biancheria a colazione. È per questo che hai quegli assurdi tatuaggi. - Sì, è difficile. Quasi impossibile. Senti, mi dispiace ma non mi ricordo di te, non ti offendere. - Ho le informazioni che volevi. Mi hai dato quel numero di targa e un amico ha rintracciato il proprietario. Indovina che nome è venuto fuori: John Edward Gamble, John G. - Lo conosci? - No. Ma dalla foto sulla patente mi sembra di averlo visto, forse l'avrò visto al locale, possibile. Qui dentro c'è la fotocopia della patente con foto e tutto il resto. Davvero lo vuoi trovare? - Ti ho detto cosa ha fatto quest' uomo? - Sì. - Allora perché me lo chiedi? - Anche se tu riuscissi a vendicarti non te lo ricorderesti. Non sapresti nemmeno di averlo fatto. - Mia moglie merita vendetta. Che io lo sappia o no è indifferente. Il fatto che io dimentichi le cose non toglie niente al senso delle mie azioni. Il mondo continua ad esserci anche se chiudi gli occhi, no? Ad ogni modo, posso fare una foto per ricordarmelo, oppure... un altro assurdo tatuaggio.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Werner Herzog: ritratto di un regista in 4 date


Hua Mulan, la leggendaria guerriera dietro il classico Disney


Éric Rohmer: 100 anni fa nasceva il maestro della Nouvelle Vague


Cinema e libri per ingannare l’attesa: La ragazza di Bube

AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo