Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Bellissima Recensione


Bellissima Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Anna Magnani è Maddalena Cecconi, una madre sensibile e attenta al futuro dell’unica figlia Tina.
Per la bambina sogna un futuro nel mondo dello spettacolo, una carriera tutta luci e lustrini e, affinché ciò accada, è disposta a perdere tutto ciò che possiede.

Quanto può sacrificare di sé l’amore materno per la felicità dei propri figli? Anna Magnani è una mamma coriacea, ambiziosa, irriverente, pungente, schietta e sensibile. Lavora come infermiera e spera per la figlia un futuro migliore del suo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

L’occasione si presenta durante una selezione negli studi di Cinecittà. La produzione, infatti, cerca una bambina per girare un nuovo film. Maddalena, investe risorse, tempo, energie e soprattutto denaro – nonostante gli stenti della famiglia – per preparare Tina al grande debutto cinematografico. Le compra un vestitino nuovo, le cambia acconciatura, paga un’insegnante di recitazione; ma al momento dei provini preliminari, si rende conto che, senza una raccomandazione, la sua bambina non ha alcuna speranza di farcela. L’infido Alberto Annovazzi (Walter Chiari), fingendosi aiutante del regista, dietro compenso, assicura alla donna vittoria sicura. Al momento della selezione finale, Maddalena riesce ad entrare nella sala in cui vengono proiettati i filmini delle prove e la gioia iniziale si tramuta presto in umiliazione. Sconcertata dalle risate del regista e dei suoi collaboratori – mentre la sua Tina sullo schermo piange disperatamente – chiede tra urla e spintoni un incontro faccia a faccia con Blasetti – il regista – e, solo dopo avergli vomitato tutto il suo sconcerto, fugge via con la figlia.

L’occasione si presenta durante una selezione negli studi di Cinecittà

Al suo ritorno a casa, una sorpresa l’attende: ma, memore dell’umiliazione subita, non accetta di vendere la sua Tina neppure per due milioni di lire. Un film obiettivo, che cattura l’anima di una donna in lotta con se stessa e con il mondo intero, pur di salvare la figlia, da un destino di povertà e miseria, ma anche un taglio lucido e modernissimo sull’allora germinale industria cinematografica.

Dopo Quartetto pazzo, Roma città aperta e Assunta Spina, la Magnani si conferma, con l’ennesima grande interpretazione, animale da palcoscenico senza mezze misure, esplosione di vitalità e pathos allo stato puro. Commuove, diverte, straripa come fiume fuori dagli argini e trascina tutti con sé, figlia, marito, suocera e chiunque incontri. Donna dal fascino irresistibile e diretta da un grande Luchino Visconti, recita una sceneggiatura brillante di Suso Cecchi D’Amico, lo stesso Visconti e Francesco Rosi.

Il climax drammatico ha il suo contrappunto naturale nella verve comica di espressioni – per lo più dialettali –, situazioni, personaggi tipicamente italiani: il risultato è lo specchio di una società che cambia, dopo la fine del conflitto mondiale e l’inizio di una guerra mediatica negli anni ’50 ancora agli esordi. Eppure il regista, fedele al movimento neorealista, ne coglie incertezze, paure, dubbi, avvisaglie nei confronti di un potere nuovo, ormai alle porte, che si contrappone tirannicamente alle coscienze ancora ingenue e sprovvedute di un popolo indebolito e umiliato.
Un film verace e vorace, da rivedere.

di Antonella Sugameli
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


Dragon Ball Super: Broly

€1.667.054
Green Book

€1.084.075
Domani è un altro giorno
€706.326
Ancora auguri per la tua morte
€553.932
10 giorni senza mamma

€551.831
REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo