Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

Copia e incolla questo codice sul tuo sito per mostrare un minibox di questo film

<script type="text/javascript" src="//www.silenzioinsala.com/embed/embed.js"> </script> <script type="text/javascript"> SiS(0, 307); </script> ANTEPRIMA

Cinema universale d'essai

( Cinema universale d'essai )

locandina cinema-universale-d-essai
Cinema universale d'essai

Cinema universale d'essai

( Cinema universale d'essai )

.

Tra film di culto, urla verso lo schermo, fumo e vespini in sala, il cinema Universale è stato un luogo unico per la Firenze degli anni 70 e 80. Il film diventava una partitura su cui improvvisare collettivamente, ... Leggi tutto interagendoci con battute, facendolo diventare proprio e rispecchiandoci sogni e ambizioni delle diverse generazioni che si succedevano sulle stesse poltroncine di legno. Non un’ improvvisazione jazz: piuttosto un’ atmosfera più psichedelica ( o per alcuni punk) punteggiata spesso da alcol e hashish. La storia del Cinema Universale è passata prima attraverso un libro di successo, quello di Matteo Poggi edito nel 2001 con Polistampa. Adesso è diventato un film di Federico Micali che cinque anni dopo Firenze Città Aperta (e altri fortunati lavori come Nunca Mais e 99 Amaranto) torna a documentare la sua città. Ne nasce un viaggio in una storia del cinema molto particolare: quella che per almeno tre decenni ha caratterizzato l’identità di una città: dal cinema di quartiere degli anni 60, alla fase di contestazione politica intorno al ‘77 che intonava cori e slogan su "Sacco e Vanzetti" o "Fragole e Sangue", fino ai film cult degli anni 80 equamente divisi tra calcio, droga e musica, ma anche tra piccioni che volano in sala durante "Birdy", e una vespa che sfreccia sotto lo schermo. Una storia raccontata dalla viva voce di quella molteplice umanità che ha frequentato quella sala, dai "ragazzi di san Frediano" e del Pignone eredi diretti dei personaggi di Pratolini, ad intellettuali, musicisti, politici giornalisti e artisti: tutti pronti a reinterpretare coralmente la storia di un cinema libero.
Leggi la recensione Di' la tua

.

Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3.0/5
100
VOTA
il tuo voto
/5
chiudi
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.

Voto silenzio in sala



Voto utenti



preferito
Preferito
0
visto
Visto
0
lo vedrò
Lo vedranno
0
facebook twitter google plus

Uscita

Nazione Italia

Durata

Anno 2008

Genere Documentario

Distribuzione Fandango

Produzione

Siti Ufficiali: Sito ufficiale

Mostra tutto

La recensione


recensione Cinema universale d'essai

Un luogo dove quotidianità e cultura si incontrano, dialogano, dibattono, mentre tra una proiezione e l'altra signorotti come Rainer Werner Fassbinder e Ingmar Bergman vengono goliardicamente tirati in causa tra insulti e grida

Un luogo dove quotidianità e cultura si incontrano, dialogano, dibattono, mentre tra una proiezione e l'altra signorotti come Rainer Werner Fassbinder e Ingmar Bergman vengono goliardicamente tirati in causa tra insulti e grida. Cinema Universale d'Essai è un documentario nostalgico, un manifesto che detta il suo amore per il cinema come entità fisica prima che come forma d'arte; è un report...

0 Curiosità


Nessuna curiosità disponibile

1 Citazioni


Citazione#1 Ora c’è una selezione all’ingresso, prima invece ti spingevano dentro.
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo