Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Hitman: Agent 47 Recensione


Hitman: Agent 47 Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Un team di scienziati, guidati dal prof. Piotr Litvenko (Ciarán Hinds), sperimenta la clonazione per poter creare l'assassino perfetto, potenziato e calcolatore.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 1.0/5
Voto utenti: 3/5

Il prodotto migliore è l'Agente 47 (Rupert Friend): geneticamente concepito per essere una perfetta arma per uccidere, è conosciuto solo dalle ultime due cifre del codice e barre che porta tatuato sulla nuca. Ad anni di distanza, per una richiesta che non può rifiutare, 47 si trova a dover uccidere la figlia di Litvenko, Katia von Dees (Hannah Ware), che sta cercando disperatamente il padre. L'unica che sa il suo segreto. L'obiettivo di 47 diventa così una gigantesca corporation, chiamata l'Agenzia, intenzionata a impossessarsi del suo passato per poter creare un arrestabile esercito di cloni assassini. Affronterà così incredibili rivelazioni sul proprio passato, inseguimenti e fughe, fino al duello finale col suo acerrimo nemico, il superpotenziato John Smith (Zachary Quinto).

Basata sul videogioco Hitman:Absolution, l'opera prima di Aleksemder Bach - reboot del già scarso live action del 2007 Hitman – L'assassino, diretto da Xavier Gans - segue il filone dei film dedicati ai videogiochi, come la fortunata saga di Resident Evil e il mediocre Prince of Persia. Il film di Bach risulta fin da subito un'operazione commerciale, per nulla necessaria, che non porta nessun miglioramento o approfondimento - sia a livello di trama che di contenuti - rispetto al precedente film dedicato all'assassino. Un prodotto esile e costellato di luoghi comuni, con dialoghi e personaggi fragili, banali e non approfonditi.

Un prodotto esile e costellato di luoghi comuni, con dialoghi e personaggi fragili, banali e non approfonditi.

È chiara l'intenzione del regista di creare un puro e semplice action movie, con una trama quasi inesistente; ma anche quando si va a esaminare la pura azione, gli effetti speciali sono scarsi, le soluzioni acrobatiche e i coupe de theatre idee già viste e rivisitate fino allo stremo.

La finzione è visibile a occhio nudo e tutti i personaggi sembrano delle bambole di porcellana ai quali nemmeno un duello all'ultimo sangue spettina i capelli o sporca il viso. Anche il suono risulta finto, con pistole che sparano in sordina. Un grande sbaglio è stata anche la scelta del cast: l'attore protagonista Rupert Friend, visto nella serie tv Homeland e nell'adattamento cinematografico di Orgoglio e Pregiudizio del 2005, risulta troppo acerbo, dai connotati troppi gentili e dalla fisicità sbagliata per poter incarnare il duro e maturo agente 47 del videogioco.

Unica nota positiva è l'attenzione di alcune caratteristiche del videogioco: la caratteristica del protagonista di travestirsi con i capi rubati alle persone che tramortisce; il vestito con la cravatta rosso fuoco che lo contraddistingue e le immancabili silverballers, armi personali dell'Agente 47, dalle quali non si separa mai. Il finale aperto fa intendere un possibile seguito che, se mai veramente prodotto, dovrà essere potenziato da un cast migliore, da una trama più accattivante e da una maggiore attenzione alla cura tecnica.

di Samantha Ruboni
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo