Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

The Normal Heart Recensione


The Normal Heart Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Film tv pluripremiato a marchio HBO, vincitore tra gli altri di un Emmy come miglior film tv e di un Golden Globe come miglior attore non protagonista a Matt Bomer, The normal heart è la storia di Ned Weeks (Mark Ruffalo), uno scrittore americano - ebreo e gay - che si trova da un giorno all'altro alle prese con una malattia che colpisce solo gli omosessuali. Un male che nessuno conosce e nessuno riesce a spiegare: "il cancro degli omosessuali", solo più tardi identificato nell'AIDS, sarà una vera e propria piaga della quale nessuno vuole prendersi cura e che neanche la Casa Bianca prende in considerazione.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Una sorta di “punizione” per la promiscuità della comunità gay. Grazie al sostegno e aiuto della dott.sa Emma Brockner (Julia Roberts) e di parte della comunità LGBT di New York, Ned fonderà la Gay "Men's Healt", unica ancora di salvezza per chi viene contagiato da questo virus inspiegabile. Il contagio del compagno di Ned, Felix (Matt Bomer), giornalista del New York Times, porterà il protagonista a spingersi sempre più oltre per ottenere risposte e aiuto, con una rabbia e un dolore che commuove e fa riflettere.

Il film è tratto dall'opera teatrale autobiografica di Larry Kramer del 1985, messa in scena in piena epidemia di AIDS. Ned Weeks è il suo prestanome. The normal heart è una storia piena di dolore e sofferenza, di amore e rabbia. Una storia vera che fa capire come l'AIDS fosse stato trattato all'inizio del contagio, nei primi anni '80: un cancro gay, di cui nessuno voleva parlare; un morbo inspiegabile che portò ad aver paura di tutta la comunità omosessuale. Si arrivò a pensare perfino che il contagio avvenisse con il solo tocco di una persona malata e l'ignoranza, la paura portarono, nell'epoca del reganesimo, al dilagare dell'epidemia.

sa Emma Brockner ([Julia Roberts]) e di parte della comunità LGBT di New York, Ned fonderà la Gay "Men's Healt", unica ancora di salvezza per chi viene contagiato da questo virus inspiegabile

Ma non era presente solo la divisione omosessuali/etero: la stessa comunità gay era internamente divisa, non accettando le precauzioni e l'allarmismo. Aspetti diversi e sfumature in questo film vengono trattati in modo magistrale, facendo comprendere le lotte che uomini e donne hanno dovuto portare avanti per esser ascoltati e compresi. Una battaglia ancora in corso, poiché l'AIDS non è stato ancora combattuto, anche se se ne parla sempre meno.

Ryan Murphy, già regista della serie tv Glee - e gay dichiarato - porta in scena un film drammatico e commovente, che poco ha di televisivo.

The Normal Heart risulta una pellicola emozionante, piena di rabbia, di voglia di vita. Mark Ruffalo ha qui il suo riscatto come attore drammatico, portando in scena le varie sfumature del carattere di Ned/Lerry, in un mix di emozioni che fan ben comprendere le frustrazioni provate dal protagonista. Lo affianca un magistrale Matt Bomer, che è dovuto dimagrire 14 kg per rendere visibili i segni della malattia. Altra interpretazione da segnalare è quella di Jim Parsons, lo Sheldon di The Big Bang Theory, in una prova attoriale drammatica piena di empatia. Julia Roberts carica di forza il personaggio della Dott.ssa Emma Brockner che, nonostante la sedia a rotelle, lotta con tutte le sue forze per trovare risposte.

di Samantha Ruboni
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo