Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

A sette anni da Nuovo cinema Paradiso, Giuseppe Tornatore - ormai Premio Oscar - sceglie di tornare in provincia, nel cuore della Sicilia, per dar vita a un film altrettanto romantico, emozionante e, in quanto a tecnicismi, persino più maturo. L'uomo delle stelle, Premio della Giuria a Venezia nel 1995 e candidato all'Oscar per Miglior film straniero, vince anche il David di Donatello per il Miglior film, primo di quattro per il regista di Bagheria.

Joe Morelli (Sergio Castellitto) vende sogni.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

Lo fa nella Sicilia degli anni Cinquanta grazie al cinema, splendida e ora fruibile, invenzione. Con il suo autocarro - munito di altoparlante, tendone e attrezzatura tecnica - il romano attira a sé decine di occhi curiosi. Confessioni, sogni, speranze e dolori: ogni paese ha una storia da raccontare alla telecamera, interlocutrice speciale di un'unica, irripetibile confessione. In questa grande regione, simile a un "pentolone che ribolle", Joe promette i fasti di Roma a generazioni cresciute coltivando la terra. Donne, bambini, ragazzi, brigadieri, criminali, ex militari, anziani, persino i defunti diventano i protagonisti di un grande, eterogeneo provino. Dopo aver trovato l'amore negli occhi della giovanissima Beata (Tiziana Lodato), il percorso dell'uomo delle stelle conosce bruscamente il tramonto, trascinando con sé tutte le storie e le vite di chi gli aveva aperto l'animo, forse con troppa leggerezza.

Quella di Tornatore è un'opera per certi versi felliniana: le grandi scenografie, le centinaia di comparse, il tono beffardo e allo stesso tempo festivo di un'avventura nata ironica e morta nel dramma fanno de L'uomo delle stelle un film capace di vestire due ruoli senza disturbare lo spettatore, che segue con armonia lo scorrere degli eventi. Grazie a una sceneggiatura imponente, imperniata di monologhi toccanti e culturalmente stuzzicanti, la trama esalta le seppur brevi interpretazioni di molti personaggi.

Con il suo autocarro - munito di altoparlante, tendone e attrezzatura tecnica - il romano attira a sé decine di occhi curiosi

L'omosessuale di provincia interpretato da Leo Gullotta (ancora ai suoi livelli più alti sotto la guida di Tornatore) e l'anziano, nonché muto, reduce di guerra incarnato da un imponente Leopoldo Trieste in una delle sue ultime interpretazioni, sono alcune delle perle incastonate nella stesura di una storia più che originale, dolcemente comica, incantevole e crudele, cinica e perfida, eppure armoniosa. Come per Nuovo cinema paradiso, anche qui Tornatore porta in trionfo il concetto di cinema nel suo senso più tecnico come filo conduttore di una storia dai mille spunti. La voglia di partire, il grande fascino della Roma cinematografica, le insidie di una terra di nessuno come la Sicilia, la lenta ripresa di un'Italia mutilata dalla guerra e la storia di un ingannevole venditore di sogni si fondono in una cornice tecnicamente a regola d'arte, accompagnata dalle splendide musiche di Ennio Morricone e da scenografie impeccabili.

di Riccardo Cotumaccio
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo