Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Zoolander Recensione


Zoolander Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Lo stilista Jacobean Mugatu (Will Ferrell) è incaricato dall'industria della moda di assassinare il nemico numero uno degli abiti confezionati a buon mercato: il neoeletto primo ministro malese, in visita a New York durante la settimana della moda. Mugatu e la loggia massonica del fashion decidono di servirsi di un modello sciocco ma debitamente addestrato per diventare un killer e portare a termine il piano.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Derek Zoolander (Ben Stiller), vincitore per tre anni di seguito del titolo di modello dell'anno, “figoso” quanto stupido, soffre per la competizione con il giovane, angelico e un po' freak, Hansel (Owen Wilson). Nello sconforto, Derek abbandona le passerelle per tornare nel New Jersey a lavorare in miniera col padre (Jon Voight) e i due fratelli, che faticano ad accettarlo. Ma Mugatu riuscirà a circuirlo e a prenderlo con sé per istruirlo alla missione segreta, con un metodo decisamente letale. Toccherà alla giornalista Matilda Jeffries (Christine Taylor) e al suo "rivale" Hansel salvarlo dal lavaggio del cervello di Mugatu.

Quando il crimine è in agguato, ogni supereroe è pronto ad agire. E se il crimine ha il volto paillettes e lustrini dell'industria della moda, solo un supermodello-sirenetto “bello bello in modo assurdo” può sconfiggerlo! Zoolander è una commedia esilarante, che trova nell'eccesso il mezzo per ironizzare su un mondo - quello della moda - che di esagerazione vive. Spesso volgare e persino demenziale, la pellicola racconta di un universo esilarante fatto di modelli burattini, “stupidi in modo assurdo”, che si trovano ad avere nelle mani il destino dell'umanità. E che alla fine riescono anche a salvarla.

Ma Mugatu riuscirà a circuirlo e a prenderlo con sé per istruirlo alla missione segreta, con un metodo decisamente letale

Scritto, diretto e interpretato da Ben Stiller, Zoolander racconta il mondo della moda dei primi anni Duemila: dei super top model a cui bastava un' espressione per sfondare; dei modelli, quelli veri, esempio per milioni di giovani e stereotipo di una bellezza vuota, padroni di un mondo fatto di copertine e passerelle che permettevano anche ai sempliciotti di diventare icone di stile. Un mondo lontano rispetto a quello popolato dalle odierne star della rete, a cui basta il selfie postato nel momento giusto sulla rete per essere popolari.

Ben Stiller anima un film che non risente della trama quasi del tutto inesistente e che riesce a far ridere grazie ai personaggi esagerati. Zoolander, in completo pitonato; Hansel, con capelli biondi al vento, giacca con frange e monopattino in spalla; Mugatu dalla capigliatura improbabile e inseparabile barboncino. Tutte figure eccentriche e spassose, parodia di gran parte della cultura pop e del costume occidentale degli anni '70, '80 e '90.

Riuscitissime anche le situazioni paradossali, vere e proprie gag fatte di situazioni e dialoghi completamente non-sense, come la cerimonia di premiazione del modello dell'anno; l'esplosione alla pompa di benzina; lo scontro tra Derek e Hansel a colpi di sguardi. Ma Zoolander non è solo umorismo spiccio, Stiller cita addirittura Kubrick: nella sequenza del lavaggio del cervello in laboratorio, dove le note della nona sinfonia del trattamento Ludovico sono sostituite da quelle di Relax dei Frankie goes to Hollywood, e nello scontro dei due sapiens urlanti e saltellanti e armati di osso contro il mac. A rendere il tutto molto, molto pop concorrono poi la serie di guest star e i cameo di personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema e della musica. Su tutti spicca quello del Duca Bianco David Bowie nel ruolo di se stesso nelle vesti di un improbabile giudice pronto a scegliere la migliore performance in passerella tra Derek e Hansel. Un film divertente e grottesco, che fa dell'assurdo il suo punto di forza. Un “bello e stupido” che salva le sorti dell'intero pianeta, ma anche un eroe di tutti i giorni che aiuta i ragazzi che non sanno leggere e che vogliono imparare altre cose buone, dimostrando che anche così si può essere belli in modo assurdo.

di Giovanni Miele
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo