Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Gli invisibili Recensione


Gli invisibili Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

George, uomo di mezza età, vive da anni per strada. In seguito alla morte della moglie è caduto in un vortice di depressione e alcoolismo dal quale non si è mai ripreso; lo stesso rapporto con la figlia, barista di un locale, non è dei più felici.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Conducendo una vita da senzatetto George si trova a trascorrere le sue giornata nei sobborghi di New York, dovendo cercare ogni sera un posto dove dormire. Finché non trova un giaciglio fisso in una struttura che decine di individui nella sua stessa condizione: proprio qui l'uomo conosce Dix, un ex musicista di colore, anch'egli homeless, che lo spingerà a cercare di rifarsi una vita.

L'immagine più potente, nonché costante nelle due ore di visione, è quella di un Richard Gere malconcio e malmesso, perfetta incarnazione del tragico prototipo del senzatetto moderno, muoversi tra le strade di New York ad elemosinare soldi ai passanti. Elemento puramente verosimile, dato che queste sequenze sono state girate in una sorta di stile semi-documentaristico, con lo stesso attore che sostiene di non essere stato riconosciuto dai reali cittadini, ignari di essere a loro insaputa nelle riprese di un film. Si basa su queste geniali ed amare coordinate Gli invisibili, indie-drama diretto nel 2014 da Oren Moverman, regista che nella sua breve ma incisiva carriera dietro la macchina da presa (dopo un ragguardevole passato da sceneggiatore) ha firmato due titoli notevoli quali Oltre le regole - The Messenger (2009) e Rampart (2011), anch'essi incentrati su tematiche di profonda valenza etica. In questo caso ci troviamo dinanzi a un'opera linearmente semplice, ma emotivamente complessa, in grado di raccontare con la giusta aderenza l'universale dramma dei senzatetto e trovando in uno stile scarno il miglior mezzo per sfondare il muro dell'indifferenza. Nella prima parte, in cui il personaggio di George si trova da solo a gironzolare per le strade della metropoli, è assai congeniale l'utilizzo delle voci in sottofondo della massa di persone che si trovano a passare nei dintorni del protagonista, rendendo la sua presenza tristemente impalpabile e invisibile. Questo fattore ritornerà più volte nel procedere della narrazione, quando l'uomo si trova a lottare contro il sistema burocratico per sperare di risollevare la propria condizione.

L'immagine più potente, nonché costante nelle due ore di visione, è quella di un Richard Gere malconcio e malmesso, perfetta incarnazione del tragico prototipo del senzatetto moderno, muoversi tra le strade di New York ad elemosinare soldi ai passanti.

Con un gustoso corollario di figure secondarie e una side-story che diventa ben presto centrale nel rapporto contrastato tra George e la figlia, il messaggio sociale arriva chiaro e netto. Merito anche di una performance da parte di Gere - che ha voluto fortemente la pellicola, tanto da produrla - che commuove con istintiva e dolente naturalezza.

di Maurizio Encari
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo