Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Uno dei film del rilancio, un Classico amato da tutti: La Bella e la Bestia è stato capace di entrare nel cuore di spettatrici e spettatori di tutte le età. Proseguendo nell’operazione di passaggio al live action dei suoi grandi film d’animazione, Disney propone anche per la versione 2017 de La Bella e la Bestia un cast d’eccezione che traspone la storia in carne, ossa ed effetti speciali.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Rispetto al cartone animato, il film incrementa la propria durata di una mezz’ora abbondante, nella quale vengono proposte alcune nuove sequenze, volte a caratterizzare in modo più marcato alcuni personaggi e a dare spazio al passato di Belle, soprattutto nel rapporto con il padre e la defunta madre. Il cast chiamato a dare forma umana – più o meno – ai personaggi è di tutto rispetto: Emma Watson interpreta Belle; Dan Stevens è la Bestia; Luke Evans veste i panni di Gaston e Kevin Kline quelli di Maurice, il padre di Belle; Josh Gad è Le Tont, Ewan McGregor dà vita a Lumière, Stanley Tucci è il maestro Cadenza, Ian McKellen l’orologio Tockins. La resa dei protagonisti è molto ben riuscita. Emma Watson si cala bene nei panni di Belle e anche la Bestia è efficace; ma è soprattutto la qualità dei personaggi animati del castello a essere in alcuni casi davvero splendida (Lumiere e Tockins in particolare, ma anche Mrs. Brick e suo figlio Chicco). Luke Evans è ancor più insopportabile e meschino del Gaston originale, e il Le Tont di Josh Gad è molto più interessante di quanto non sia nel cartone.

Il film riprende le musiche e le situazioni del cartone animato in modo puntuale, ma non pedissequo: in particolare per le canzoni, le cui parole sono spesso completamente cambiate rispetto alla versione originale. Non siamo sicuri questa idea sarà apprezzata dai fan, ma è improbabile che il nuovo pubblico e gli spettatori occasionali coglieranno facilmente le modifiche.

La resa dei protagonisti è molto ben riuscita: Emma Watson si cala bene nei panni di Belle e anche la Bestia è efficace, ma è soprattutto la qualità dei personaggi animati del castello a essere in alcuni casi davvero splendida

L’estensione di durata ha dato modo al regista Bill Condon di dare più spazio alle canzoni, trasformando di fatto La Bella e la Bestia in un prodotto ancora più musicale di quanto non fosse nella precedente interpretazione. Questo aspetto potrebbe risultare il più controverso: complessivamente, per quanto le composizioni siano di assoluta qualità, la narrazione esce un po’ appesantita da tale espediente.

La storia, per quanto aderente all’originale, vede stressati alcuni aspetti e introdotti temi e approcci non considerati nel film animato del 1991. A un Gaston più malevolo che mai, fa da controparte l’amico Le Tont, il cui personaggio è costruito in modo più sfaccettato e profondo che nel cartone: è infatti uno dei due personaggi omosessuali introdotti nel film. In questa e in altre discrepanze emerge la forte volontà di risultare ancora più politically correct e quella di includere maggiormente categorie sociali potenzialmente soggette a discriminazione.

Così, nella Francia di un passato non troppo definito ma certamente lontano, molti ruoli di rilievo sono interpretati da attori di colore e, come anticipato, per la prima volta in un film Disney, sono presenti personaggi omosessuali. L’efficacia della strategia intrapresa dalla Disney con la realizzazione delle versioni live action dei suoi Classici trova ne La Bella e la Bestia una nuova dimostrazione di efficacia, grazie alla resa estetica e a effetti speciali di alto livello. Il punto più debole è probabilmente rintracciabile nel ritmo, che potremmo definire in crescendo: il film è estremamente lento nella fase iniziale, ma va migliorando dal momento in cui Belle conosce effettivamente la Bestia. Per chi ha amato il cartone, questo live action presenterà pregi e difetti a seconda di quanto si accettino o meno variazioni sul tema. Come prodotto cinematografico è solido, ma forse poco adatto a chi davvero non ama i musical.

di Roberto Semprebene
Sei d'accordo con questa recensione?
No
41 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Lexy | 0:08 12/03/17

Bhè, ma che Le Tont fosse omosessuale lo si ben capiva anche nel cartone originale! Tutta la canzone che dedica a Gaston e le continue battute accondiscendenti e idolatranti che gli rivolge a me hanno sempre fatto pensare ad un amore tutt'altro che amicale!! Nessuno lo aveva notato??

Segnala Rispondi

aurotami in risposta a Lexy | 19:58 13/03/17

Credevo fosse amichevole adorazione.... :)

Segnala Rispondi

Vito302 in risposta a Lexy | 3:57 14/03/17

Intanto in Russia è stato vietato ai minori di 16 anni perché Disney lo ha dichiarato pubblicamente. Una non notizia che fa notizia e che potrebbe compromettere l'esito commerciale del film. Non l'ho trovata una mossa astuta.

Segnala Rispondi

Syren | 20:06 06/04/17

Contrariamente alle critiche lette in rete, a me è piaciuta Belle interpretata da Emma Watson.

Segnala Rispondi

COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo