LOGIN
cerca
Ricerca avanzata
Profilo
Messaggi

Logout
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

home video

Recensioni DVD Recensioni Blu Ray

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Viola (Barbara Bobulova) vive un amore turbolento e passionale con Davide (Vanni Bramati), marinaio del sud, da cui nasce Lorenzo (Andrea Belisario). La loro storia termina e, a distanza di dieci anni, Viola trova nuovamente l’amore tra le braccia del musicista Nikos (Max Gazzè).

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.0/5
Voto utenti: 3.0/5

Ma in in occasione del ventesimo compleanno di suo figlio Lorenzo, viene organizzata una festa che sarà terreno di incontri e scontri, tra presente e passato.

Dieci anni dopo aver diretto Tutte le donne della mia vita, Simona Izzo torna alla regia con una commedia che parla di sentimenti e rapporti interpersonali. Il concetto di nucleo familiare viene stravolto e strapazzato, in adeguamento ai tempi che cambiano. È sul tema della famiglia allargata che Simona Izzo prova a lavorare, portando molto della sua esperienza personale (come lei stessa ha ammesso in conferenza stampa) e facendo emergere una trama che viene trainata dai diversi caratteri e dalle personalità dei protagonisti. Lasciami per sempre è una commedia corale che indaga l’evoluzione sentimentale e caratteriale dei rapporti tra parenti, acquisiti e consanguinei. Quella rappresentata da Simona Izzo è l'antitesi della famiglia perfetta. Ma, come si ribadisce più volte nel film, «Meglio avere una famiglia imperfetta, piuttosto che non averne nessuna».

La trama parte da un evento apparentemente rassicurante: il compleanno di Lorenzo, 20 anni.

L’intento di Simona Izzo, con questo film, è quello di raccontare - in modo irriverente - un tema sdoganato e inflazionato come quello dell’unione familiare.

Una festa che dovrebbe ricongiungere e che, invece, divide. Sgretola, frantuma certezze e legami per ritrovare equilibrio nella precarietà della vita. L’intento di Simona Izzo, con questo film, è quello di raccontare - in modo irriverente - un tema sdoganato e inflazionato come quello dell’unione familiare. E prova a farlo con un pizzico di modernità, inducendo la nemesi di “Famiglia del Mulino Bianco” per restituire una sferzata e un pizzico di crudezza cinica negli occhi di chi guarda.

A prevalere, tuttavia, sono i troppi contenuti: posti male e sviluppati peggio. Una frenesia e frammentazione scenica che danno adito a un mix letale. Troppe, e troppo insistenti, le scene di nudo e di sesso, annacquate solo da sentimentalismi che finiscono per spegnere la sceneggiatura, già scarna di per sé. E la comicità proposta non è all’altezza: troppo prevedibile per strappare qualche risata. Anche il cast si muove fra alti e bassi. Ammirabile il tentativo di riportare Max Gazzè sulle scene: se il musicista aveva ben impressionato in Basilicata Coast to Coast, qui esce ridimensionato. Come attore, non in quanto musicista. Infatti, a essere davvero apprezzabile in questo prodotto è, forse, la colonna sonora. Peccato che la raffinatezza arrivi soltanto sui titoli di coda.

di Andrea Desideri
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

Effettua il login

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo