Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Aspettando il Re Recensione


Aspettando il Re Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Alan Clay (Tom Hanks) è un uomo d'affari in crisi: ha perso la moglie, la casa e non sa come pagare gli studi alla figlia. Inoltre non si sente neanche troppo bene.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.5/5
Voto utenti: 3/5

L'occasione per il riscatto, professionale e personale, arriva quando Alan si trova tra le mani un affare da concludere in Arabia Saudita, con il Re in persona.

In una scala che va da The Terminal a L'amore all'improvviso - Larry Crowne — volendo prendere per unità di misura due film con Tom Hanks, uno bellissimo, l'altro meno riuscito — Aspettando il Re vira decisamente troppo verso il secondo. Eppure c'è qualcosa nell'ultimo lavoro di Tom Tykwer che ricorda proprio The Terminal di Steven Spielberg: forse il tema — sempre affascinante — dell'attesa di qualcosa che non si capisce cosa sia o forse l'ingenuo, adorabile, protagonista. Peccato che dopo una filmografia dedicata ai massimi sistemi, Tom Tykwer si sia scoperto narratore della quotidianità. Con risultati che ricordano commedie americane in stile L'amore all'improvviso - Larry Crowne: che parlano dell'uomo medio alla deriva, che sta per toccare il fondo e decide di rimettersi in sesto.

Aspettando il Re sembra a tutti gli effetti una commedia di questo genere, nei temi e nello stile. Non fosse per alcune idee stranianti — come il surreale inizio, la festa danese o le metaforiche cisti sulla schiena del protagonista — c'è molto poco che giustifichi il soggetto di provenienza (il romanzo del geniale Dave Eggers) o che soddisfi i fan del cinema di Tom Tykwer (collaboratore storico dei Wachowski, recentemente impegnato nella serie Sense8, e regista del bellissimo Profumo - Storia di un assassino). A una prima parte più avvincente, che quasi quasi sembra infondere nella trama un po' di avventura, si arriva a un secondo tempo riflessivo e romantico.

Dopo una filmografia dedicata ai massimi sistemi, Tom Tykwer si scopre narratore della quotidianità.

Tra l'altro, con buona pace del due volte Premio Oscar Tom Hanks, accettiamo che sono passati parecchi anni dai tempi di Insonnia d'amore e C'è posta per te e ammettiamo che il fisique du role di questo attore magnifico sembra essere ancora adatto a molte cose, ma non al romance.

di Aurora Tamigio
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo