Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Citazioni
Curiosità
  • Ci penso spesso. Vorrei potergli dare un pò della mia forza per aiutarlo, ma sono io la prima ad avere bisogno di forza.
  • Questa era la differenza tra gli sballati e gli etilici. La maggior parte degli sballati avevano una percezione molto fine di quello che succedeva agli altri…
  • Siamo completamente soli in questa valle della follia.
  • Noi ci immaginiamo di comprarci la cava di calce quando non verrà più sfruttata.E li sotto ci vogliamo costruire delle case di loegno con un enorme giardino pieno di animali e con tutto quello di cui uno ha bisogno per vivere. L'unica stada che c'è per arrivare alla cava la vogliamo chiudere. Non avremmo comunque più alcuna voglia di ritornare su.
  • Se è come una scopata vuol dire che scopare non è un granché.
  • Per un giovane è meglio avere falsi ideali, che non averne nessuno.
  • Io ero semplicemente un passo avanti a loro. Che fosse un passo verso la merda totale allora non lo sapevo.
  • La mia famiglia era il mio gruppo.
  • Posso smettere quando voglio.
  • Vivo qui da sei anni,con mia madre,mia sorella... e il gatto. E non ne posso più di questa casa. La città è piena di manifesti del sound,una discoteca. E io ho una gran voglia di andarci.
  • Anche io come te ho il diritto di bucarmi.
  • L'amore è come l'eroina: che mi fa un solo buco? E ricadi nella dipendenza totale. Che mi fa un solo sguardo? Ed eccoti qui a piangere di nuovo.
  • Semplicemente non volevo rendermi conto che mia figlia era drogata.
  • Sono una tossica e me ne vanto.
  • Non mi serve un trip! Sto cercando Babette! Capisci?!
  • Alcuni amici di Detlef qualche volta mi dicevano: Senti ragazzina, piantala. Sei troppo giovane. Ancora ce la fai. Ti devi solo separare da Detlef. Lui comunque non ce la fa. Non fare cazzate, separati da lui. Io gli facevo: ma sei scemo?! Separarmi da Detlef era il colmo.Se lui voleva morire, allora morivo anch'io. Questo però non lo dicevo. Dicevo: Ma non ti inventare stupidaggini, non siamo dipendenti. Smettiamo tutti e due quando vogliamo.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Spider-Man, un vecchio e nuovo universo


Premi David di Donatello, l'edizione del Cambiamento


The First, visti i primi due episodi in anteprima


Film di Natale, brutti e cattivi: L’Ultimo Capodanno di Marco Risi

  • Il film è uscito due anni dopo Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (Wir Kinder vom Bahnhof Zoo), libro autobiografico di Christiane Vera Felscherinow pubblicato nel 1978.
  • Anche se Christiane Vera Felscherinow non è presente nel film, ha lavorato come consulente aiutando il regista Uli Edel a mantenere un'atmosfera realistica e coerente.
  • Una delle migliori amiche di Christiane F. nel film è Babsi (interpretata da Christiane Reichelt). Nel 1977 la vera Babsi (Babette Döge) finì sulla copertina del giornale Berliner Zeit quando morì a soli quattordici anni: è stata la più giovane vittima di droga a Berlino, e la sua morte, insieme alla pubblicazione del libro Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (Wir Kinder vom Bahnhof Zoo), ha contribuito a sensibilizzare l'opinione pubblica circa il pericoloso aumento del numero di consumatori di droga tra gli adolescenti.
  • Inizialmente il film lo avrebbe dovuto dirigere Roland Klick, ma dopo una lunga preparazione è stato licenziato, a due settimane dall'inizio delle riprese, a causa di un diverbio con il produttore Bernd Eichinger.
  • Si tratta del primo lungometraggio diretto da Uli Edel che ha ottenuto una distribuzione nelle sale.
  • Christiane Lechle, l'attrice che ha interpretato la madre di Christiane, è stata doppiata da Renate Küster.
  • Molte comparse che appaiono al Sound Club e alla stazione erano persone reali prese dalla strada: tossicodipendenti e prostitute trovate dalla produzione per le sequenze di massa.
  • Quasi tutte le canzoni della colonna sonora sono state scritte da David Bowie, che appare anche nelle sequenze del concerto. Il suo coinvolgimento ha aiutato la pellicola ad ottenere un buon successo al box office e portò l'opinione pubblica a prendere seriamente il problema della tossicodipendenza tra gli adolescenti. Secondo il libro da cui è tratto il film, Christiane Vera Felscherinow nella vita reale ebbe la sua prima esperienza con l'eroina in un concerto di Bowie.
  • All'epoca delle riprese, gli interpreti andavano a scuola e non avevano mai avuto esperienze attoriali. Ad oggi, per molti di loro si è trattato dell'unica esperienza cinematografica della loro vita.
  • Il film è ambientato a cavallo tra il 1975 e il 1977; è stato girato nel 1980 e diffuso nelle sale cinematografiche nel 1981.
AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo