LOGIN
cerca
Ricerca avanzata
Profilo
Messaggi

Logout
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

home video

Recensioni DVD Recensioni Blu Ray

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Tre amici di una piccola cittadina rumena hanno problemi finanziari. Tra chi ha visto fuggire la moglie con un amante italiano e chi sperpera i propri soldi in scommesse sportive, il futuro immediato non si prospetta dei più rosei.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3.0/5

Le cose sembrano cambiare quando i nostri vincono la lotteria nazionale, il cui premio è di 6 milioni di euro: peccato che il tagliando fosse all'interno di un marsupio rubato da una coppia di balordi. Ora i tre cercheranno di mettersi sulla tracce dei ladri, arrivando a viaggiare fino alla capitale Bucarest.

Si ride, anche amaramente, in questa divertente commedia che riflette sullo stato sociale della Romania contemporanea; tra degrado, povertà e superstizioni locali. Dalle prostitute d'appartamento alle cartomanti, dalle aspiranti concorrenti di un talent show fino a mariti e compagni gelosi: 2 biglietti della lotteria usa la leggerezza per restituire un bello spaccato di vita del Paese est-europeo, giocando tutte le proprie carte su una comicità certamente semplice ma priva di volgarità di sorta, che rende anche più amabili i tre protagonisti, noti attori di genere in patria.

Proprio la caratterizzazione dei relativi personaggi convince a fondo, denotando una certa cura nella fase di scrittura. L'intero mood del film assume un aspetto e un procedere rassicuranti: se è pur vero che la narrazione va da un punto A a un punto B senza eccessivi scossoni (anche il colpo di scena finale non è del tutto imprevedibile), il numeroso cast di figure secondarie e la piacevole, genuina, frivolezza del racconto rendono i novanta minuti di visione un piacevole scacciapensieri on the road, surreale al punto giusto. Il regista Paul Negoescu - al suo secondo lavoro dietro la macchina da presa dopo l'inedito O luna in Thailanda (2012) - sa come equilibrare i tempi e gli istinti ilari, con gag che evitano una ridondanza esasperata in favore di sequenze centrate e irresistibili: su tutte quelle della macchina bianca o nera, scena cult che si rifà a un cinema amabilmente classico.

Novanta minuti di visione piacevole: uno scacciapensieri on the road, surreale al punto giusto.

di Maurizio Encari
Sei d'accordo con questa recensione?
No
40 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

Effettua il login

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo