Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

This Is Congo Recensione


This Is Congo Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Quattro personaggi ci portano all’interno della Repubblica Democratica del Congo, posto ricco di giacimenti minerari ma povero di diritti civili. Le vicissitudini di Mamadou Ndala – giovane comandante del 42esimo battaglione dell’Esercito Nazionale – si alternano a quelle del colonnello “Kasongo” (nome di fantasia che ha permesso a un alto ufficiale dell’esercito congolese di partecipare alle riprese) fino a guidarci nel conflitto portato avanti da un’orda di ribelli, passato alla storia col nome di M23.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Sarebbe troppo semplicistico definire la vicenda del Congo al pari di una mera violenza dell’Occidente: è frutto di anni, secoli, di colonialismo in cui i più potenti hanno prosciugato risorse e portato via speranze. Daniel McCabe non solo sa offrire un ritratto puntiglioso e immanente della crudeltà, ma coglie una prospettiva dinamica e diretta fra presente e passato. Coniuga ciò che è stato con ciò che potrebbe divenire, a forza di soprusi e vessazioni. Emerge gradualmente lo spirito giornalistico del reporter, che ha guardato alla forma del documentario perché il materiale raccolto era tanto e intenso.

L’aggettivo più calzante per This Is Congo è sicuramente "dirompente", poiché irrompe agli occhi dello spettatore confermando quelle certezze e quegli aneddoti che ognuno di noi si porta dietro in merito all’Africa, sovvertendo però ogni equilibrio. I fantasmi del passato, le sevizie sui civili, gli ideali strozzati in gola alimentano una “violenza ciclica” – concetto portante del girato – che, a distanza di anni (dieci da quando McCabe era inviato e vestiva i panni di fotoreporter), non trova risposte. All’assenza di motivazioni credibili e soddisfacenti seguono domande ficcanti che chi guarda si pone, cercando una sorta di mantra salvifico che, però, durante i titoli di coda lascia il posto allo smarrimento. Le ricadute storiche della colonizzazione occidentale, i complicati rapporti con il Ruanda, le responsabilità dell’attuale governo presieduto da Joseph Kabila sono crepe che vanno a innestarsi in una mappa speculativa fatta di ferite e sussulti in cui per forza di cose bisogna orientarsi.

I fantasmi del passato, le sevizie sui civili, gli ideali strozzati in gola alimentano una “violenza ciclica” – concetto portante del girato – che, a distanza di anni (dieci da quando McCabe era inviato e vestiva i panni di fotoreporter), non trova risposte.

Ecco perché la “banalità del male” con McCabe ritrova linfa per rimarcare quanto abituarsi alla scelleratezza possa essere controproducente, pericoloso e destabilizzante.

di Andrea Desideri
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo