Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Vivere al Magic Castle Hotel, un residence dalle pareti colorate di lilla, può sembrare piacevole e divertente. Soprattutto se il residence si trova a pochi passi da Disneyland, il parco dei divertimenti più famoso al mondo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Per Moonee, Scooty e Jancey - i giovani protagonisti di Un sogno chiamato Florida, ultima fatica dello statunitense Sean Baker - effettivamente le giornate trascorrono in libertà, scorrazzando e divertendosi spesso a spese degli adulti. Peccato, però, che per gli adulti in questione, la vita non sia così prodiga di soddisfazioni e divertimenti. Perché il luogo dove abitano è un motel che accoglie gente che fatica a sbarcare il lunario. Madri sole che faticano a tirar su i figli; giovani donne che, come Halley, mamma della seienne Moonee, passano le giornate a guardare tv spazzatura, a litigare con Bobby, il gestore del motel - interpretato da un ottimo William Dafoe – o, peggio, a prostituirsi per poter pagare l’affitto.

È un’America borderline, quella descritta da Sean Baker. L’America povera e derelitta delle periferie in cui il sogno americano, con le luci sfavillanti del parco dei divertimenti, si frantuma inesorabilmente sulle pareti del residence, inutilmente colorate per fingere un’allegria che qui, nella parte sbagliata di Disneyland, non c’è più. Nella pellicola di Baker – presentata alla Quinzaine di Cannes e al 35° Torino Film Festival - non succede granché. Le giornate dei protagonisti trascorrono sempre uguali, con i soliti problemi e le solite difficoltà.

Il mondo fiabesco e luccicante della Disney è sempre là, dall’altra parte della strada, inutile per chi, come gli abitanti del Magic Castle Hotel, è stato relegato nei bassifondi della società.

Forse troppo uguali per lo spettatore che, dopo circa un’ora di spettacolo, inizia a domandarsi se, prima o poi, potrà accadere qualcosa di diverso. Un limite oggettivo di un film che, tuttavia, prende quota nel finale, quando il dramma irrompe, inesorabile, nella vita di Halley e Moonee.

Un sogno chiamato Florida ha il merito di far conoscere una realtà inimmaginabile ai più. La progressiva crisi che ha colpito molti americani e ha trasformato i motel che sorgono ai lati della US Highway 192, l’arteria che taglia in due la Florida, da luogo per turisti spensierati ad abitazioni per famiglie in difficoltà. Qui i protagonisti del film rappresentano l’altro volto dell'American Dream.

Un sogno che si dissolve nel pianto, tanto disperato quanto improvviso, della piccola Moonee, interpretata da una fantastica Brooklynn Prince. Il mondo fiabesco e luccicante della Disney è sempre là, dall’altra parte della strada, inutile per chi, come gli abitanti del Magic Castle Hotel, è stato relegato nei bassifondi della società.

di Marcello Perucca
Sei d'accordo con questa recensione?
No
30 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo