Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Seven Sisters Citazioni e curiosità


Seven Sisters Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Quello che succede a una di voi, succede a tutte.
  • In soli quattro giorni si contano un milione di persone in più sul pianeta. È la peggior crisi dell'umanità.
  • Non sottovalutare le Settman!
  • Qualunque cosa accada, non dovrete mai dire a nessuno che avete delle sorelle.
  • E se Lunedì fosse ferita? O morta? Se le autorità la trovassero prima di noi? Dobbiamo aiutarla. Dobbiamo uscire.
  • Dovete lavorare collettivamente. Insieme siete più forti di quello che siete da sole. Nel tempo dobbiamo selezionare una carriera che possa sfruttare le vostre abilità comuni.
  • Sette menti sono meglio di una.
  • È uno sforzo di squadra. Ragazze, fate voi continuate così come sto facendo, io sono solo brava con i numeri.
  • Se otteniamo questa promozione, è tutto grazie a Venerdì. Lei ci fa sembrare tutte un genio.
  • Be', ce ne sono sette. Quindi: lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica.
  • Ha mai pensato ai nomi?
  • Negli ultimi 50 anni abbiamo raddoppiato la nostra popolazione, triplicato la quantità di cibo e acqua che usiamo e abbiamo quadruplicato l'uso di combustibili fossili. Ogni quattro giorni c'è un milione di persone in più sul pianeta. Come farà il mondo ad affrontare questa esplosione demografica?
  • La mamma ha fatto tutto per noi. - Be', un giorno lo saprà.
  • Se la ami, se la ami davvero ... devi aiutarmi. - Hai un piano? - Noi siamo, il piano.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



2018 al cinema, il meglio e il peggio: la classifica di Marcello


Non ci resta che il crimine e gli altri: quando il cinema italiano ride della Malavita


Kill Bill e Lady Snowblood: il citazionismo di Quentin Tarantino tra Oriente e Occidente


2018 al cinema, chi vince e chi perde: la classifica di Samantha

  • La sceneggiatura originale di Seven Sisters aveva raggiunto la prestigiosa Blacklist di Hollywood (l’elenco delle sceneggiature più interessanti secondo gli addetti ai lavori). L’idea originaria fu concepita nel 2001 dallo sceneggiatore Max Botkin e prevedeva sette fratelli. In seguito, quando il regista Tommy Wirkola si unì al progetto, pensò che traslare la storia al femminile avrebbe aggiunto una dinamica più interessante. Fu così che decise di coinvolgere Noomi Rapace.
  • Raffaella De Laurentiis - figlia di Dino De Laurentiis - e il suo capo di produzione, Matthew Feitshans, hanno opzionato la sceneggiatura da Max Botkin e dai suoi agenti, CAA l’ha messa sul mercato e Vendome l’ha scelta. Quando il film è diventato una co-produzione europea, Kerry Williamson si è occupato della riscrittura. Con Noomi Rapace e Glenn Close a bordo del progetto, la SND ha deciso di finanziare completamente il film.
  • Il regista del film Tommy Wirkola ha ricevuto il premio come Miglior regista al Puchon International Film Festival.
  • La produzione, durata 94 giorni, è iniziata nell’autunno del 2015 in Romania, principalmente nei Castel Studios della periferia di Bucarest. Questi studios hanno una storia lunga e variegata e hanno ospitato una serie di successi hollywoodiani degli ultimi due decenni tra cui Ritorno a Cold Mountain, Borat, Ghost Rider - Spirito di vendetta, Vampire Academy e i progetti più recenti della saga Hellraiser.
  • Noomi Rapace ha lavorato con il regista Tommy Wirkola per costruire l’unicità di ciascuna sorella: «Io e Tommy ci sentivamo come i loro genitori: abbiamo fatto nascere sette sorelle diverse e ne abbiamo costruito insieme le caratteristiche». Con Giannetto De Rossi ha invece lavorato alla creazione del look, pettinature e make-up per ogni sorella; con la costumista Oana Paunescu ai colori e alle forme dei vestiti, «I vestiti aiutano il corpo, mentre pettinatura e make-up danno vita al personaggio. Quando sono al trucco e sto per diventare Lunedì, per esempio, è la mia faccia che cambia. A livello emotivo e psicologico so che sto per andare in una certa direzione e automaticamente questo cambia i miei muscoli facciali. L’intero processo è come un’unione tra me, Tommy, la sceneggiatura, i capelli, il trucco e il costume, e poi tutto il paesaggio interno delle mie emozioni, dei miei sentimenti e dei miei pensieri» ha spiegato l'attrice protagonista.
  • Una volta dentro il progetto, Noomi Rapace lo ha definito «assurdo e spaventoso, difficile e divertente. È la cosa più impegnativa che abbia mai fatto».
  • Ancor prima che iniziassero le riprese, Glenn Close si è lasciata coinvolgere molto dalla creazione e dalla costruzione del personaggio di Cayman. Ecco come spiega il ragionamento che sta dietro alla decisione di non fare di lei la classica antagonista del film: «Penso che essere solamente quello che le persone percepiscono come cattivo o antagonista sia noioso. Dopo che hai interpretato Crudelia de Mon, che è il diavolo, be', non c’è nessuno peggio di lei. Quindi mi interessano sempre le ragioni di un comportamento. Cayman vive in un mondo orribile e per renderlo abitabile deve esserci meno gente. E come ci riesci quando le persone non hanno colpa? A un certo punto dice: Non abbiamo utilizzato il nostro cervello superiore per sopravvivere sul pianeta. Non abbiamo imparato a sostenere né il pianeta né noi stessi. Se avessimo usato il cervello, ci saremmo riusciti’. Il mondo è arrivato al punto in cui è necessario promulgare una legge perché qualcosa cambi».
  • Max Botkin ha sempre immaginato il mondo delle Settman come la città de L’Avana, a Cuba: un posto con una tecnologia all’avanguardia in alcune aree, ma che in altre si è fermata o addirittura è regredita.
  • Riferendosi agli effetti speciali, la produttrice Raffaella De Laurentiis ha ammesso: «vedevo Tommy Wirkola con Jose David Montero (DOP) e Bryan Jones (VFX) e il nostro primo assistente regista fissare gli storyboard e pensare a come duplicare Noomi Rapace. A volte lo abbiamo fatto con il motion control, usando una piccola versione chiamata Revolver e sfruttandone al massimo le possibilità. Con questo film abbiamo fatto cose mai realizzate fino ad ora. Ed è stata la parte più difficile».
  • Il titolo è cambiato in Seven Sisters durante la post-produzione, ma quando Netflix lo ha acquistato (per gli Stati Uniti e altri mercati tranne l'Italia), è stato di nuovo cambiato in What Happened to Monday, il suo primo titolo originale.
  • Le sorelle adulte possono essere distinte per le loro acconciature: Sunday ha la coda di cavallo; Monday ha i capelli ondulati lunghi; Tuesday ha la testa rossa; Wednesday ha i capelli di media lunghezza; Thursday ha i capelli corti; Friday ha il cappello di maglia; Saturday è bionda platino.
  • I personaggi principali che prendono il nome dai giorni della settimana condividono la sola identità di Karen Settman, interpretata da Noomi Rapace.
  • Nel 2011 Morten Tyldum era stato nominato regista del film, ma alla fine scelse The Imitation Game (2014) come suo prossimo progetto.
  • Il film condivide una storia simile al racconto 2BR02B di Kurt Vonnegut, riguardante il fatto che la popolazione fosse bilanciata con un numero stabilito di nascituri, e che per ogni bambino nato, qualcuno doveva morire.
AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo