Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali

AGGIUNGI UNA CITAZIONE PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia

AGGIUNGI UNA CURIOSITÀ PER QUESTO FILM

(dovrà prima essere verificata dallo staff di Silenzio In Sala)


Invia
Per aggiungere una curiosità o una citazione devi prima effettuare l'accesso

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata

Sulla mia pelle Citazioni e curiosità


Sulla mia pelle Citazioni e curiosità

Citazioni
Curiosità
  • Mi dichiaro innocente per quanto riguarda lo spaccio e colpevole per quanto riguarda la detenzione, per uso personale.
  • Dobbiamo fare una perquisizione.
  • Ma perché le lasci tutte a metà ste bottiglie? Io devo capire quanta acqua bevi. Te ne lascio una qua piena, eh? - Ma lascia sta', pensate a curamme, a bere ce penso io. - Ma guarda che noi stiamo qui per aiutarti, mica per darti fastidio. Pure ieri con la dottoressa non è che te sei comportato bene, eh. - Senti esci va', non me fa parla' dai. - 'O vedi come fai? Stai sempre sulla difensiva. Se voi dì qualcosa dilla, che io sto qua che t'ascolto. - La famo finita co sta commedia? - Ma di quale commedia stai parlando? - Ma perché non se vede che m'hanno menato? Non ve ne sete accorti? Che schifo che me fate. Anzi visto che ce stamo te dico pure chi è stato a famme 'a festa, so stati i carabinieri. - Eh, ora chiamo l'assistente così glielo ripeti davanti a lui. - Se, bona, quello se fa i cazzi sua, come tutti qua dentro. - Sì, adesso vediamo eh. - Non ce anna' che non je dico niente. - No! Se è vero glielo devi dire pure a lui. - Allora famo che n'è vero. Famo che me so' inventato tutto, fa quello che te pare, basta che me fai dormì.
  • Possiamo parlare con i medici?
  • Almeno sapere come sta, non sappiamo neanche cosa gli è successo esattamente!
  • Quando la finirete di ridurvi così cadendo dalle scale? - Quando le scale smetteranno di picchiarci.
  • Buongiorno, sono Cucchi Stefano, nato a Roma il primo ottobre 1978. - Si? - Ehm si. Mi scusi, non riesco a parlà tanto bene.
  • Vorremmo parlare con i medici. - Avete il permesso del tribunale? - Veramente dovreste avercelo voi il permesso del tribunale. - No, siete voi che dovete chiederlo al tibunale. - Senta ma che ce sta prendendo in giro? - Moderiamo i termini, eh! Queste sono le regole, non le sto facendo io. - E ce ne dite un pezzetto al giorno di regole! Tre volte che veniamo qui per niente! Che ne sappiamo noi come funzionano ste cose? - Ieri il suo collega ci ha detto che il permesso sarebbe arrivato oggi! - Signori miei il mio collega può dirvi quello che vuole, ma le cose stanno così. Arrivederci.
  • Pronto, avvocato? Sì, buongiorno, sono Ilaria Cucchi, sono la sorella di Stefano. Buongiorno. No, la chiamo perché... mio fratello è da sabato che è stato portato al Pertini e noi ancora non abbiamo notizie. Sì, no, è che il primo giorno dicono che domenica è chiuso, poi che serve il permesso del carcere, poi che serve quello del giudice. Cos'è una presa in giro? Ma guardi, no, no, no, no, guardi, scusi eh, noi le regole le abbiamo rispettate proprio tutte, senza fiatare! Però c'è un limite alla pazienza, no? Sì... eh vabè... va bene, allora me lo dica lei che bisogna fare per avere notizie. Me lo dica lei. Guardi, a me sinceramente questa mi pare una cosa assurda. Allora, facciamo così: da questo momento in poi lei si relazioni soltanto con me. La ringrazio.
  • La Corte convalida l'arresto dell'imputato e dispone applicarsi nei suoi confronti la misura coercitiva della custodia cautelare in carcere. Ordina a procedersi immediatamente al giudizio nelle forme previste dal rito. La prossima udienza si terrà il 13 novembre, aula 18, ore 13:30.
  • Eccoti il Rivotril. Ora però vorrei sapere come ti sei fatto quei lividi. - So' cascato dae scale. - Mh... strane ste scale, eh? Feriscono agli occhi e non fanno niente al naso. - Sì, so strane ste scale. - Contento te. Venticinque giorni di prognosi.
  • J'ho preso in giro... lo so... j'ho detto 'n sacco de cazzate. Ma 'na cosa je vorrei dì: che un figlio come me... non se 'o meritavano proprio. Poi c'ho... sta sensazione addosso... che non te riesco a spiega'. Marco? Ooh? Ma che te sei addormentato?
  • Suo figlio Stefano è nato il 1° ottobre 1978? - Sì. - Sì. A Roma? - Sì. - Celibe? Niente moglie, niente figli, giusto? - Celibe, celibe. - Signora purtroppo io ho una brutta notizia da darle: suo figlio Stefano è deceduto. Dovrebbe firmare l'autorizzazione per l'autopsia.
  • Buongiorno Stefano. Devo fare un prelievo. Svegliati Stè. Faccio presto ja'. Stè. Stefano? Stè, Stefano? Chiama 'a dottoress. Emergenza, chiama 'a dottoress! Non c'è circolo, damme 'na mano. Stefano? Stefano? Non fa' scherzi Stè!
  • Stefano dove sta? - È andata male, Rita. - Ma che significa è andata male? - Stefano? - Stefano è in prigione. - Ma come è in prigione, scusa, i carabinieri avevano detto che... - È il giudice che decide, no i carabinieri. - E quindi ora che succede? - Bisogna aspettà il processo, l'hanno fissato il 13 novembre. - Fra un mese? - Un mese. Stefano non stava bene, c'aveva dei lividi in faccia... - Che vuol dire dei lividi? - Dei lividi, Rita, dei rossori, qui, soprattutto sulla parte sinistra. - Gli hanno menato? - Me sa'. - Ma l'avvocato Frattali non ha detto nulla? - Frattali non c'era, c'era uno d'ufficio. - Ma com'è possibile, i carabinieri ci avevano detto che era stato avvertito. - Magari Stefano ha dimenticato il numero, no?. - Macché ha dimenticato, ce l'ha sul telefono da dieci anni... - Magari gliel'hanno sequestrato! Glielo tolgono, no, quando lo arrestano? - Ma papà, ma chiamare il proprio avvocato è un diritto, lo sanno pure i bambini. - E che te devo dì? 'Na cosa è sicura: stanotte Stefano le ha prese da un detenuto. J'hanno menato.

Registrandoti a Silenzio in Sala potrai aggiungere le citazioni che ricordi e restare sempre aggiornato sulle ultime novità


REGISTRATI

ALTRI CONTENUTI PER QUESTO FILM:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



Tornatore racconta il noir


Tom Wilkinson: chi è il protagonista della commedia Morto tra una settimana


Stefano Sollima: come rinasce il cinema di genere


Paolo Virzì, come si racconta l'Italia che cambia

  • Le riprese del film, iniziate il 13 novembre 2017, hanno avuto luogo a Roma per 6 settimane.
  • Il film sarà distribuito sia al cinema che sulla piattaforma streaming Netflix.
  • Alla fine della proiezione a Venezia 75 Alessandro Borghi è stato protagonista di un commovente abbraccio con Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, grande sostenitrice del film.
AGGIUNGI CURIOSITÀ
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo