LOGIN
cerca
Ricerca avanzata
Profilo
Messaggi

Logout
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

home video

Recensioni DVD Recensioni Blu Ray

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Tornano i poveri più ricchi d’Italia: la famiglia Tucci, dopo aver sperimentato la ricchezza e lo sfarzo, ci ha preso gusto. Tornati a Torresecca, Danilo, Loredana e parenti al seguito, ritrovano i loro possedimenti e, una volta riappropriati della loro agiatezza, decidono di sperimentare l’indipendenza.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Il paesino dove regnano incontrastati, grazie a un improbabile referendum, riesce a uscire dall’Italia ottenendo l’indipendenza politica ed economica. Diviene, quindi, il loro feudo in cui scelgono di atteggiarsi a leader politici ostentando tutta la loro genuinità casareccia.

Poveri ma ricchissimi è il sequel del fortunato esperimento proposto nelle sale lo scorso anno (Poveri ma ricchi, che si è aggiudicato il biglietto d’oro). Christian De Sica e Lucia Ocone tornano a rendere le Feste un po’ più allegre, attraverso la solita comicità che guarda ai cinepanettoni ma solo di sfuggita, senza scimmiottarli. Anche stavolta si è pescato dal repertorio variegato dei due interpreti principali, che insieme si confermano una coppia comica. La storia, dopo aver sbeffeggiato simpaticamente i benestanti, ora prende di mira i politici. Sembrano due facce della stessa medaglia, ma non è così: se un tempo i Tucci erano una mosca bianca all’interno del jet set e tutto ciò faceva ridere proprio per la mirata discrezione di una nemmeno troppo velata goffaggine, attualmente la battuta e le risate vengono scatenate proprio da una palese consapevolezza delle loro possibilità.

I Tucci non sono altro che rappresentazioni di particolari realtà familiari e politiche che, purtroppo o per fortuna, ritroviamo quotidianamente sotto i nostri occhi.

I Caciaroni al potere danno vita a una sorta di Brexit paesana: Torresecca ormai è matura, così come maturi sono i loro abitanti, capaci di esportare il loro marchio altrove. L’esagerazione e le gaffe fanno ridere, pur lasciando inalterata la consapevolezza di quanto determinate convinzioni siano tristemente vere.

I Tucci non sono altro che rappresentazioni di particolari realtà familiari e politiche che, purtroppo o per fortuna, ritroviamo quotidianamente sotto i nostri occhi. Ecco perché va riconosciuto a questo sequel la sfrontatezza di ridere su temi seri e dibattuti, tornati d’attualità. Ogni cosa è in discussione ma con la bontà e la semplicità di un supplì (capace di appianare qualsiasi divergenza, simbolo di una classe dirigente in cui la sguaiatezza diventa forza motrice).

Da questi meccanismi contorti, vien fuori una commedia godibile che ha l’abilità di cogliere il segno dei tempi e riportare famiglie in sala. Un obiettivo auspicato, ma non così scontato, a causa della querelle nata intorno al regista (mai nominato dalla casa di produzione) Fausto Brizzi, che non era presente nemmeno alla conferenza stampa. Il vento degli scandali e delle polemiche non ha scalfito la solidità di un prodotto accettabile, che ha saputo cogliere le esigenze dello spettatore sotto l’albero.

di Andrea Desideri
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

Effettua il login

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo