Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Road to Paloma Recensione


Road to Paloma Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Davvero è così lontana l’epoca in cui un intero popolo fu sterminato e ridotto in schiavitù dai colonizzatori bianchi, che miravano a espandersi fino a occupare l’intero territorio che apparteneva ai Nativi Americani? L’esito di questa lunga e complessa guerra fu che fra il 1981 e il 1898 tutti i Nativi vennero per sempre relegati nelle Riserve e le rivolte delle tribù ribelli terminarono in un bagno di sangue. Road to Paloma racconta com’è la situazione oggi.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Nella sostanza, sembra che sia cambiato ben poco. Jason Momoa è il Nativo Americano Robert Wolf: protagonista e regista del film, ne fa un racconto on the road fortemente estetico e romantico. Nonostante la presenza della polizia tribale, della quale il padre di Wolf fa parte, la legge non sembra essere per niente uguale per tutti; così lo stupro e la violenta aggressione alla madre di Wolf, conclusasi con la morte della donna, è restata quasi impunita. Wolf, ragazzone dalla bellezza selvaggia e straripante, si è vendicato; o meglio, ha fatto giustizia al modo dei Nativi Americani: ha indossato i colori di guerra, il rosso e il nero, e dopo aver fatto lo scalpo al colpevole, lo ha ucciso frantumandogli ogni osso del corpo. Per questo è ricercato dalla legge americana e un'implacabile FBI e è sulle sue tracce.

Paesaggi mozzafiato (ricolorati), deserti rossi, tramonti, infinite praterie del West, aspre catene montuose e laghi azzurri fanno da sfondo agli ultimi giorni di un uomo colpevole solo di rivendicare se stesso e le proprie origini, capace di amare con tenerezza, allacciare amicizie indissolubili, godersi la vita correndo su una moto, ma incapace di rinunciare alla sua libertà. Come in Easy Rider, nel quale i temuti outsider e ribelli si rivelavano poi le vittime di un Male ben più grande, Wolf e il suo amico musicista Cash (Robert Homer Mollohan), confuso e alcolizzato ma dal cuore d'oro, in sella alle loro moto, fuggono dalle contraddizioni delle vita, dai compromessi, dai vincoli di una società ipocrita e malfunzionante. Road to Paloma è una denuncia sociale che sceglie i toni epici del racconto machista e romantico, e che attraverso la bellezza quasi fumettistica e irreale delle immagini e una struttura narrativa semplice, racconta oggi come allora, l'ingiustizia della Giustizia, la negazione e ghettizzazione della diversità culturale, e la tragedia di un eroe buono.

Paesaggi mozzafiato (ricolorati), deserti rossi, tramonti, infinite praterie del West, aspre catene montuose e laghi azzurri fanno da sfondo agli ultimi giorni di un uomo colpevole solo di rivendicare se stesso e le proprie origini.

L'eclettico e talentuoso attore Robert Homer Mollohan non è solo il coprotagonista ma anche sceneggiatore e autore del soggetto del film. Anche la colonna sonora del film, indie e country, con echi tribali, riveste un ruolo non secondario in questo tragico sogno verso la libertà.

di Emanuela Di Matteo
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo