LOGIN
cerca
Ricerca avanzata
Profilo
Messaggi

Logout
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

home video

Recensioni DVD Recensioni Blu Ray

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Back in Time Recensione


Back in Time Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Se è vero che la generazione nata a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 si ritrova oggi attanagliata dalla nostalgia adolescenziale, è altrettanto vero che tra tutte le saghe immortali Ritorno al Futuro è uno dei pochi film a non aver ricevuto nessun aggiornamento, remake, reboot, restyling, sequel o prequel. «Non ci sarà nessun altro film della saga finché io sarò in vita» ha dichiarato il regista Robert Zemeckis e per il momento ha mantenuto la parola.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.5/5
Voto utenti: 3/5

Ed è anche per questo che Ritorno al Futuro si è guadagnato, anno dopo anno, uno status di cult che probabilmente nessun altra saga 80s può vantare: perché è inviolato. Una trilogia perfetta, un cerchio chiuso che non ha bisogno di alcuna aggiunta, ritocco o approfondimento; nonostante il finale del terzo capitolo lasciasse presagire un possibile ciclo di nuove avventure, con quel gigantesco treno steampunk che si librava in volo sfrecciando verso la telecamera. Ma ciò non è avvenuto, non sul grande schermo almeno (qualcuno ricorderà la serie animata di 26 episodi del 1991 prodotta dallla CBS).

Per un lungo lasso di tempo, il film di Robert Zemeckis ha davvero rappresentato il futuro. 21 ottobre 2015 è una data impressa a fuoco nella memoria dei fan: per più di un ventennio ha segnato il confine di una comfort-zone, entro la quale avremmo potuto considerarci ancora giovani; fino a che
quella data non è arrivata... ed eccoci nel futuro! Doc e Marty sarebbero atterrati nella piazza dell’orologio di Hill Valley, tra auto volanti, skateboard a levitazioni, proiezioni 3D de Lo squalo 19 e posticci locali anni ‘50. Il documentario Back in time di Jason Aron viene proiettato nei cinema USA proprio in occasione di tale ricorrenza, celebrando quel momento a lungo atteso. Il film non è altro che una lunga carrellata nostalgica densa d’interviste a tutti coloro che hanno lavorato alla trilogia: Steven Spielberg, Robert Zemeckis, Bob Gale, passando ovviamente per Michel J.

Per un lungo lasso di tempo, il film di Robert Zemeckis ha davvero rappresentato il futuro: 21 ottobre 2015 è una data impressa a fuoco nella memoria dei fan.

Fox e Christopher Lloyd. Una sorta di autocelebrazione che racconta in maniera approfondita ogni aspetto dei film, dalla sceneggiatura iniziale - in cui la macchina del tempo era un frigorifero - al recasting di Marty McFly a riprese già iniziate (Eric Stoltz non aveva mai convinto come protagonista; la prima scelta della produzione era sempre stato Fox, impegnato però sul set della sit-com Casa Keaton) sino alla decisione di trasformare Ritorno al futuro in una trilogia (la scritta “to be continued” compare nel finale dell’edizione VHS, non era presente al cinema) e di girare i successivi due capitoli in contemporanea (pratica ora usuale, ma negli anni ’80 atipica).

Back in time è puro fan-service celebrativo e autoreferenziale, che sotto molti punti di vista non aggiunge nemmeno nulla di nuovo a quello che un fan stoico della saga già conosce. Fa comunque piacere crogiolarsi un po’ in quella nostalgia.

Ed è affascinante notare come la trilogia di Ritorno al futuro si sia trasformata negli anni in un vero e proprio Ritorno al passato.

di Marco Filipazzi
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

Effettua il login

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo