Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Tuo, Simon Recensione


Tuo, Simon Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Simon Spier è un diciassettenne che vive la sua adolescenza in maniera apparentemente spensierata. Ha una bella e agiata famiglia: papà è l’ex campione della squadra di football dell’università e ha sposato la più bella e sexy del corso.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Simon li ama molto, così come vuole un bene dell’anima alla sorellina che si diletta, spesso con esiti poco felici, in arditi esperimenti culinari. Ha tre amici fidati e non ha problemi nello studio. Una vita perfetta, verrebbe da dire. Eppure non è proprio come sembra, perché Simon reca in sé un “gigantesco segreto” che non ha mai confessato a nessuno, se non a se stesso: è gay.

Tratto dal romanzo di Becky Albertalli intitolato Simon vs. the Homo sapiens Agenda, il bel film di Greg Berlanti Tuo, Simon è in uscita in Italia dopo essere stato un successo al botteghino negli Stati Uniti. Una commedia spesso divertente ma con una vena di drammaticità, che vede il tormento interiore di un giovane con la difficoltà a esplicitare al mondo la propria omosessualità scoperta all’età di tredici anni. Ma Simon è un ragazzo come tutti.

Un film che riesce a commuovere e che dovrebbe essere proiettato a fini didattici in tutte le scuole.

Come i coetanei ama divertirsi, come loro si innamora. E il suo amore si rivela un giorno attraverso il canale on line della scuola, dove uno studente anonimo che si firma solo Blue, fa coming out, ammettendo la propria omosessualità. Fra i due inizia così uno scambio di chat, sempre protette dall’anonimato, attraverso le quali Simon e Blue iniziano a sentirsi attratti reciprocamente. Purtroppo per Simon lo scambio di messaggi viene accidentalmente scoperto da Martin, un bulletto della scuola, che non si lascerà sfuggire l’occasione per ricattarlo, minacciando di rivelare a tutti il suo segreto.

Sarà però grazie al ricatto di Martin che Simon riuscirà a dare una svolta alla propria vita, superando le paure e le insicurezze che lo attanagliano e facendo coming out, accettando il rischio di veder svanire i propri affetti pur di poter liberare pienamente la propria personalità.

Tuo, Simon è un film dal messaggio semplice e chiaro: non è possibile nascondere il proprio modo di essere. Tutti hanno il diritto di vivere in pace con il mondo e con se stessi la propria sessualità; ognuno deve essere accettato per ciò che è senza discriminazioni e pregiudizi. Greg Berlanti, regista, sceneggiatore, produttore di serie tv di successo negli Usa, riesce a confezionare un film che ha il pregio di essere assai godibile e adatto a un vasto pubblico, anche se i destinatari principali sono i teenager. Una pellicola che, grazie a una buona sceneggiatura, riesce a porre con tocco lieve all’attenzione degli spettatori la necessità, per una società che si vuole moderna e democratica, dell’accettazione di tutti, indipendentemente dai propri orientamenti e modi di essere. Un’opera sull’inclusione, come tante già ne abbiamo viste in passato, ma impreziosita da dialoghi senza cedimenti per tutta la sua durata e dall’ottima recitazione di tutti i giovani attori, a partire da Nick Robinson nella parte del protagonista. Un film che riesce a commuovere e che dovrebbe essere proiettato a fini didattici in tutte le scuole.

di Marcello Perucca
Sei d'accordo con questa recensione?
No
10 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo