Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Fino all'Inferno Recensione


Fino all'Inferno Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Un campo lungo ci mostra un camper fermo in un paesaggio desolato e deserto, nel totale silenzio: il pensiero va a Le Colline Hanno gli Occhi di Wes Craven e il respiro rimane sospeso, in attesa. Roberto D’Antona, regista di Fino all’Inferno conosce l’arte di calamitare l’attenzione e al contempo sa come sorprendere e confondere lo spettatore, giocando con generi ed emozioni.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 4.3/5

Pochi istanti dopo, infatti, tutto cambia e un trio di voci maschili sovrapposte inizia a litigare e discutere su come disfarsi di un cadavere, in un delirio crescente di personaggi, eventi e colpi di scena. Due malviventi, Anthony (Francesco Emulo) e Dario (Alessandro Carnevale Pellino), capitanati dall’irascibile – ma dal buon cuore – Rusty (Roberto D’Antona) sono reduci da una disastrosa rapina. Diretti dal boss malavitoso Vincent Costello (Massimo Cominato), a cui devono pagare un debito per potersene finalmente liberare, incontreranno sulla strada nemici, ostacoli e nuovi compagni di viaggio che finiranno con il cambiare la loro meta. I proprietari del camper, una donna, l’apparentemente algida Julia (Annamaria lo Russo) e suo figlio, nascondono un tremendo segreto, e tutto si complicherà con l'arrivo di una fidanzata gelosa (Kavita Albizzati) e dell’ex poliziotto Christian (Mirko D’Antona). L'ex poliziotto prepensionato e indisciplinato è un immancabile classico degli action movie anni '80. Saranno braccati da un'organizzazione segreta il cui capo è Edoardo Di Caprio (Mirko Giacchetti) che si circonda di man in black identificati solo da un numero, rigorosamente spietati e gravemente psicopatici.

Roberto D’Antona è un attore scisso, anche a partire dal look, tra l'uomo della porta accanto, rassicurante e simpatico, e il pazzo criminale. Ma è capace di essere entrambe le cose nello stesso momento e ama circondarsi di un cast di fiducia già collaudato, a partire dal versatile Francesco Emulo (The Wicked Gift).

Altamente consigliato ai masticatori seriali di film americani, a chi cerca divertimento puro e libero - nonché indipendente - insieme ad avventura e intrattenimento.

D'Antona non rinnega neppure stavolta l’amore per le atmosfere squisitamente anni '80, citando John Carpenter e Sam Raimi, maestri nel mescolare generi diversi, nel fondere insieme paura e divertimento, ironia e azione. Fino all’Inferno non si fa mancare nulla, persino una buona dose di erotismo, e trascina lo spettatore in un autentico viaggio, un tunnel del terrore indietro nel tempo, durante il quale forse non tutto filerà liscio ma emozione e divertimento saranno una certezza. Gli ingranaggi si muovono su una sceneggiatura folle, tra originale e citazione. Forse manca un filo d’olio in più per rendere i movimenti più fluidi, ma la grande macchina di Fino all’Inferno trasuda amore per il cinema e porta con sé una valanga di entusiasmo, energia e divertimento.

Altamente consigliato ai masticatori seriali di film americani, a chi cerca divertimento puro e libero - nonché indipendente - insieme ad avventura e intrattenimento. A chi ha il cuore di un ragazzo – capace di affrontare ogni ostacolo (compresi demoni, mostri, criminali...), convinto anche che finirà bene - e a chi lo ha avuto e non lo ha dimenticato.

di Emanuela Di Matteo
Sei d'accordo con questa recensione?
No
129 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo