Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Peggio per me Recensione


Peggio per me Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Per Francesco (Riccardo Camilli) - insegnante dal lavoro traballante, padre separato e perseguitato da un senso di inadeguatezza e fallimento - i 40 anni sono il momento per fare qualche bilancio. Scoraggiato dagli insuccessi lavorativi e sentimentali, umiliato dalla tenerezza di una madre con la quale è tornato a vivere, l’uomo decide di farla finita e saltare da un ponte.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 4.3/5

Riccardo Camilli, regista al suo ottavo lungometraggio e protagonista del film, ci accompagna con la tutta la sua umanità in una commedia divertente e al contempo malinconica, che parla a non solo a una generazione, ma anche a tutti coloro che forse non sono diventati proprio quello che sognavano di essere da bambini e lo fa usando diversi registri: anche quello del realismo magico.

La salvezza per Francesco arriva, infatti, da una musicassetta che stava ascoltando in auto, ritrovandosi a dialogare con una voce che è quella di se stesso da bambino, che lo rimprovera e lo incoraggia. Ma ritrovare la voglia di vivere e la forza di mettersi in gioco dell’infanzia, nonostante gli eventi soprannaturali, non sarà facile per lui. E neppure per il suo migliore amico e compagno di giochi, Carlo (Claudio Camilli), abissalmente depresso in una spirale autolesionista che, proprio come accade a Francesco, non gli fa vedere le possibilità né cogliere le opportunità per essere di nuovo felice. Accattivante, pieno di sorprese e di personaggi sfasati, più o meno smarriti lungo il percorso della vita, tutti a rimpiangere qualcosa o qualcuno, Peggio per me elargisce in uguali quantità sorrisi e magoni esistenziali. E regala creazioni memorabili, come lo zio Gustavo (Ferruccio Lanza), santone dai super poteri, tutt’altro che ascetico (mangia cinghiale e lavora nei campi) e il cammeo del bravissimo e poliedrico Angelo Orlando, David di Donatello per Pensavo Fosse Amore…invece era un calesse.

Le due attrici Alessandra Ferro e Laura Nardi vengono dal teatro e interpretano meravigliosamente le mamme di Francesco e Carlo e tutte le mamme, strambe o tenerissime, lontane e inarrivabili, opache, dimenticate, appannate dalla vecchiaia, colpevoli di non essere più quelle dei nostri ricordi. Omaggio a Massimo Troisi, i cui film vengono più volte citati (il viaggio nel tempo, i tentativi di suicidio sventati…) il lavoro di Riccardo Camilli ne conserva lo spirito scanzonato e malinconico e anche la poesia. Peggio per me è una commedia intimista non scontata, ambientata un contesto romano che non scade – per fortuna – nella gag dialettale o nella battutaccia, ma fa del povero Francesco un antieroe malinconico, vittima dei tempi moderni ma soprattutto del cinismo e della sfiducia nelle proprie possibilità che il tempo, talvolta, ci scava dentro.

Protagonista è un antieroe malinconico, vittima dei tempi moderni ma soprattutto del cinismo e della sfiducia nelle proprie possibilità.

di Emanuela Di Matteo
Sei d'accordo con questa recensione?
No
80 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo