Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Chesil Beach - Il segreto di una notte, di Dominic Cooke, regista di estrazione teatrale, è la commovente storia di un amore nato, cresciuto e sfiorito fra due giovani nell’Inghilterra del 1962: la giovane Florence (Saoirse Ronan), figlia della ricca borghesia londinese, promettente violoncellista, ed Edward (Billy Howle), di condizioni più modeste, proveniente da un ambiente di campagna, studente di Storia e appassionato della musica di Chuck Berry. La narrazione si sviluppa lungo la vicenda sentimentale fra i due, ma il film non è solo questo.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Anzi, è anche, e soprattutto, il ritratto di una società, quella inglese dei primi anni Sessanta, puritana, repressa, asfittica. Inconsapevolmente in attesa di ciò che sarebbe avvenuto di lì a poco in Inghilterra e nel mondo occidentale: la rivoluzione sessuale e il Sessantotto, con la rottura degli schemi precostituiti. Quando i due giovani si conoscono e iniziano a frequentarsi per poi convolare a nozze, tutto ciò è ancora di là da venire e sulla spiaggia di Chesil Beach Florence ed Edward consumano la loro luna di miele senza atto d’amore, entrambi vergini, terrorizzati e incapaci di superare le loro rigide barriere mentali, prigionieri dei tabù di un’epoca.

Il film è tratto dall’omonimo best seller dello scrittore britannico Ian McEwan, autore di numerosi romanzi diventati, spesso, oggetto di adattamento cinematografico, e ne ricalca fedelmente il testo letterario. Ben sceneggiato dallo stesso McEwan, con una precisa ricostruzione d’epoca, è l’interessante e non banale descrizione di una società, del suo modo di agire e di pensare. Tutta la prima parte si snoda con la pacatezza funzionale alla descrizione dei personaggi, delle loro psicologie complesse, del mondo in cui vivono. Veniamo così a conoscere due giovani che si incontrano e si attraggono e che, insieme, tentano disperatamente di trovare la propria strada, facendo i conti con le proprie differenze e con le difficoltà imposte da un ambiente repressivo e limitante. Poi, con il prosieguo del film, il ritmo cresce, sino a giungere alla scena chiave, drammaticamente triste, che si consuma dapprima nella stanza dell’hotel in cui Florence e Edward trascorrono la loro prima notte di nozze, e poi sulla spiaggia di Chesil Beach, una lingua di terra stretta fra il mare e la laguna formata da un tappeto di piccolissimi ciottoli nel quale Florence ed Edward affonderanno, oltre che i loro passi, anche i loro sogni.

Il ritratto di una società, quella inglese dei primi anni Sessanta, puritana, repressa, asfittica.

di Marcello Perucca
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo