Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Nina è una donna tenace e combattiva, che sogna un futuro straordinario per suo figlio Romain. Dopo aver lasciato la Polonia per sfuggire alla violenza antisemita dilagante, la donna conduce suo figlio nella Francia tanto sognata e amata.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

Qui Romain, tra separazioni e ritorni, conflitti e riavvicinamenti, riuscirà a diventare ciò che sua madre desiderava per lui. A quasi 40 anni dalla morte di Romani Gary, scrittore francese di origine lituana, Eric Barbier tenta l’impresa di realizzare l’adattamento cinematografico del suo romanzo più intimo e più amato: La promessa dell'alba. Fedele all’essenza del libro, il regista fornisce una narrazione appassionata della vita dello scrittore, focalizzando l’attenzione sul rapporto che condizionò la sua intera esistenza: quello con la madre Nina.

La donna, figura ossessiva e ingombrante, pretende con caparbietà che il figlio realizzi i suoi desideri, ingabbiandolo in un’esistenza che non ha scelto. Gary, per tutta la sua vita, sarà condizionato dalla necessità di diventare ciò che sua madre ha progettato per lui. Di non deludere le sue aspettative. L’amore malato di una madre nei confronti del figlio si impone, così, come tema centrale del racconto. Nina e Gary sono inseparabili e morbosamente legati dal un sentimento tenero e violento, folle ed esclusivo che rende marginale il ruolo che gli altri rivestono nella loro esistenza.

Charlotte Gainsbourg interpreta con forza ed energia un personaggio femminile complesso e sfaccettato in cui convivono diverse anime in continua lotta tra loro.

Nel film, come nel libro, gli altri personaggi sono solo delle sagome, più o meno consistenti, che attraversano le loro vite ma che non riescono mai a far parte del loro progetto. Romain non ha amici, Nina rifiuta l’idea di ricostruirsi una vita con un uomo.

L’impronta surreale del romanzo di Gary è ben presente nel film di Barbier, che riesce a far coesistere toni drammatici e toni sarcastici, soprattutto nella rappresentazione della figura di Nina sempre in bilico tra l’inquietante e il bizzarro, tra il tragico e il grottesco. Un grottesco che non sovrasta mai i personaggi, poiché nasce dalla determinazione con cui Gary cerca di realizzare le richieste della madre, anche quando appaiono folli e stravaganti.

Dal modo in cui accoglie e rispetta le sue scelte, non mettendo mai in discussione la sua credibilità. Dal contrasto tra le improbabili pretese di Nina e la ossequiosa rassegnazione di Romain.

Cornice delle vicende dei due protagonisti, i luoghi attraversati da Romain nel corso della sua vita: la Polonia degli anni ’20; il Messico degli anni ’50; il deserto africano; Nizza e Parigi; Londra sotto i bombardamenti. La promessa dell'alba è, infatti, anche un epico viaggio attraverso la Storia, l’epopea spettacolare di un uomo fuori dal comune. Ambasciatore, cineasta, scrittore, Gary si impone nel racconto come un uomo romantico e criptico, la cui enigmatica figura affascina e sorprende.
A vestire i panni di Romain adulto è Pierre Niney, che riesce a dar voce a un uomo dalla personalità inafferrabile. Ma la vera conferma, nel caso ce ne fosse bisogno, è Charlotte Gainsbourg che interpreta con forza ed energia un personaggio femminile complesso e sfaccettato in cui convivono diverse anime in continua lotta tra loro.

di Monica De simone
Sei d'accordo con questa recensione?
No
20 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo