Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

L’adulterio non si improvvisa: quando viene compiuto con superficialità, diventa motivo di sofferenza. In questo contesto si inserisce Fred, giovane e brillante, che con la sua impresa S.O.S alibi aiuta i fedifraghi a sfangare le situazioni più assurde.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 2.5/5
Voto utenti: 3/5

Fornisce scuse credibili, a pagamento. La sua fonte di guadagno sono le bugie, ben architettate. Al suo fianco, l’informatico Diego – abile nella schedatura e nell’analisi dei dettagli – e l’eclettico Paolo. Una squadra al servizio del tradimento altrui: coloro che salvano le apparenze e non solo. Ogni cosa si complica quando Alberto, ruspante uomo d’affari, contatta Fred per i suoi servigi: dovrà celare una scappatella con la cantante Cinzia – aspirante rapper – a moglie e figlia. La professionalità può non bastare, quando l’amore sorprende all’improvviso.

Volfango De Biasi torna al cinema col proposito di rinfrescare la commedia degli equivoci e si ispira al repertorio francese per concepire L'agenzia dei bugiardi: una vera e propria avanguardia del tradimento, in grado di salvaguardarlo a fin di bene, per evitare inutili sofferenze. Nasce così l’idea di pensare a una squadra di professionisti che interviene nei momenti più critici a salvare gli infedeli.

La comicità italiana può, e deve, far molto di più.

A reggere L'agenzia dei bugiardi c'è Giampaolo Morelli, che ritrova la verve sfoggiata nella serie tv Coliandro, spalleggiato da Paolo Ruffini e Herbert Ballerina (volti noti della comicità demenziale); nel cast anche Massimo Ghini e Alessandra Mastonardi. Eppure quel che vien fuori è una commediola che parte da una buona idea, ma si esautora nella banalità. I meccanismi che portano agli equivoci sono quelli di sempre, riproposti senza la minima originalità.

I protagonisti sono presunti James Bond che fanno le pulci a Cupido, con poca sorpresa e tanta apatia. Diana Del Bufalo, che potrebbe strappare più di un sorriso, viene relegata in un ruolo secondario che ne limita la simpatia.

Il resto è una sequela di luoghi comuni mascherati da novità. L'agenzia dei bugiardi intende alleggerire l’umore degli spettatori scherzando con l'incoerenza coniugale e caratteriale dei singoli attori: peccato che manchi quel mordente in grado di incuriosire un pubblico per arrivare motivati alla fine del girato. Si basa tutto, troppo, sulla complicità dei diretti interessati che – in più di un’occasione – latita. Ritroviamo, per l’ennesima volta, gag di quart’ordine e doppi sensi scadenti. La comicità italiana può, e deve, far molto di più. Va bene guardare ai lavori d’Oltralpe, ma poi bisogna saperli riproporre in maniera adeguata. Magari, con un po’ più di cura nella sceneggiatura, avremmo potuto assistere a qualcosa di particolare.

di Andrea Desideri
Sei d'accordo con questa recensione?
No
21 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo