Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Scappo a casa Recensione


Scappo a casa Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Il regista Enrico Lando, dopo aver destinato buona parte della sua carriera (dal 1998 al 2016) al documentario, ha deciso da qualche anno di dedicarsi alla commedia: prima con I soliti idioti e I 2 soliti idioti, dove teneva a battesimo il duo Mandelli/Biggio; poi con Amici come noi, in cui ha svezzato le star della tv Pio&Amedeo; più recentemente si è dedicato a Quel bravo ragazzo, il debutto da protagonista di Herbert Ballerina. Queste commedie hanno in comune un'intenzione chiara: plasmare il trash italiano e trasformarlo in un'immagine che rispecchi la nostra società.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3/5

La demenzialità, che spesso può risultare banale, riesce attraverso gli eccessi e l’assurdo ad esprimere una sorta d’incredulità verso la piega che la "cultura" contemporanea sta prendendo. Ed è ciò che Enrico Lando cerca di fare anche con Scappo a casa che, come nei progetti precedenti, segna un debutto: quello di Aldo Baglio, per la prima protagonista senza Giovanni e Giacomo.

Il trio non si è sciolto, si è preso soltanto una pausa di riflessione in cui Lando ha visto un’interessante opportunità: Baglio in Scappo a casa incarna il classico schiavo degli status symbol per cui conta solo apparire (ogni riferimento a persone o fatti è puramente voluto, sta al pubblico in sala saper cogliere ciascun riferimento): insomma, questa specie di influencer goffo e sornione – per una serie di equivoci e sfortunati eventi – si ritroverà a dover ricominciare da zero. Nel più totale anonimato, da oggetto del desiderio diventa soggetto da evitare.

Enrico Lando gioca col culto edonista e dissennato dei nostri giorni, con l'egocentrismo smisurato, con chiunque si atteggi a vip... arrivando persino a credere di esserlo. Un gioco di prospettiva e immedesimazione ci immerge in una metamorfosi umana e culturale che dà adito a gag dissacranti e anche a qualche riflessione. Aldo Baglio si separa momentaneamente da Giovanni Storti e Giacomo Poretti, ma trova Angela Finocchiaro - con cui aveva già lavorato in passato - e il risultato è credibile.

Aldo Baglio appare, per la prima volta, da protagonista senza Giovanni e Giacomo.

L’attore conserva la vis comica che l’ha reso celebre: Scappo a casa non è altro che la summa del suo repertorio di uscite divertenti, riadattata a esigenze più contemporanee. Il celeberrimo «Non ci posso credere!» è stato rimpiazzato da un personaggio che se la crede al punto tale da distruggere ogni conquista con le sue stesse mani.

Scappo a casa è una commedia stralunata, le cui pretese sono proporzionate alle intenzioni dell’intreccio narrativo: si cerca di imbastire una morale etica sul concetto di celebrità e diversità, il risultato finale è una serie di ossimori proposti in maniera equilibrata per rendere l’insieme godibile. Senza risultare eccessivo o pedante, il film di Lando intrattiene con una comicità che è figlia, forse, d’altri tempi.

di Andrea Desideri
Sei d'accordo con questa recensione?
No
122 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo